Ormai non c’è neanche bisogno di cercare le chat finalizzate a trovare l’anima gemella. Grazie alla tastiera, oggi l’ambiguità si crea in pochi secondi: con il tizio sconosciuto che ti ha chiesto l’amicizia su Facebook, e col quale finisci per chattare ambiguamente un minuto sì o uno no; oppure con il collega che ti ha […] L'articolo Amori in corso via Whatsapp: Leggi Tutto
La notizia è talmente paradossaleda nascondere, forse, una manovra. Potrebbe trattarsi cioè di un annuncio per assumere magari l’amico o il parente, con la scusa che tanto non lo si paga (all’inizio). Ma se invece la vicenda fosse vera dovrebbesuscitare più cheindignazione – ormai l’abbiamo
Presto diventerà pure un libro, scritto con l’attore e scrittore Kurt Andersen, e si chiamerà You Can’t Spell America Without Me: the Really Tremendous Inside Story of My Fantastic First Year (Penguin Press). La celebre parodia di Trump di Alec Baldwin sul Saturday Night Live – diventata grazie a
Èuna delle voci più conosciute d’Italia eppure lui si definisce “timido”, “diversamente emotivo”, finito alla radio per sbaglio (“io volevo fare l’attore”). Oggi rivela di sé cose sconosciute a tutti, persino a chi gli sta vicino: dal 1989 recita tutti i giorni, mattina e sera, le preghiere
Alla prima lezione si sono presentate con il classico abito nero lungo fino ai piedi e la testa coperta. Mi ricordo che ho balbettato ‘avevo detto abiti comodi…’. E loro: ‘No, wait, wait’. Si sono tolte l’abito e sotto erano vestite tutte in tuta e maglietta, con colori sgargianti. Da lì è nato
La rivolta corre su Amazon. Basta guardare le recensioni delle decine di libri di youtuber di successo – quelli che nei loro video da milioni di contatti spaziano dalla narrazione demenziale di se stessi alle videogiocate in diretta – pubblicati bulimicamente negli ultimi due anni prevalentemente
Ospito con piacere il testo con il qualela giornalista e scrittrice Serena Marchi, autrice di un libro sulla maternità surrogata uscito in questi giorni (Mio, tuo, suo loro. Donne che partoriscono per altri, Fandango) risponde alle critiche di Massimo Fini uscite ieri sul Fatto. Serena ha girato
Musicisti, coristi, ballerini, scenografi, sarti, tecnici, amministrativi: domani saranno tutti a Montecitorio a protestare contro il tentativo, messo in atto negli ultimi anni da zelanti sovrintendenti scelti dalla politica e vicini al governo, di liquidare poco a poco i dipendenti delle
“Quando ci hanno detto, a febbraio, che sarebbe arrivato un nuovo bambino nordafricano ho pensato: ti prego, non in classe mia. E mi ritengo un’insegnante democratica, di sinistra. Non possiamo andare avanti così”. Francesca T. ha 35 anni, lavora in una ricca città del centro Italia. Nella sua
L’hiv? Per lui è “principalmente un problema di come farlo sapere agli altri, a chi dirlo oppure no”. Perché la sua vita di dodicenne è normale, va a scuola, in piscina, a teatro. Gli piacciono J-Ax, Pif, il rap. E no, la sua mente non è occupata sempre dalla malattia, ma anche da domande di
Quarantun’anni di sedute pubbliche quattro volte a settimana, gratuite o meglio pagate secondo possibilità, per interpretare i sogni di alcune tra le centinaia di persone presenti. Con parole calme e sofisticate, e qualche intercalare greve, e un look decisamente anti-ortodosso, bretelle
Quando il 2 dicembre scorso, alla presentazione del Cinquantesimo rapporto annuale sulla situazione sociale del paese, il Presidente del Censis Giuseppe De Rita puntava il dito contro un’Italia bloccata e una classe dirigente che pensa solo a se stessa, il dramma interno si era già consumato
“Non posso credere che non abbia superato neanche questa volta l’esame del 8 febbraio. Inoltre vorrei sapere con quanto non lo superato. Tenevo molto a quest’esame e aspettando in una sua risposta la ringrazio”. Cosa deve fare un professore universitario quando si trova questo messaggio di posta
Dieci anni fa era una telefonista a progetto pagata 230 euro lordi al mese e 6 per ogni appuntamento che fosse riuscita a prendere per convincere ignare casalinghe ad acquistare l’avveniristico aspirapolvere Kirby. Quell’esperienza divenne un libro dal titolo perfetto, Il mondo deve sapere
Abbiamo rimosso il post perché non segue gli standard comunitari di Facebook”. “Abbiamo rimosso il post perché non segue le linee guida della nostra comunità”. Così gli amministratori di Facebook e Instagram hanno comunicato la cancellazione dei post ironici creati dalla casa editrice iconoclasta
Genitori, rassegnatevi. Dopo aver passato in rassegna i manuali sulla gravidanza e i primi anni di crescita, non potrete con calma aspettare i prontuari sull’adolescenza. C’è una nuova fase, infatti, che si apre quando il pupo si affaccia alla scuola media (se non prima): è la preadolescenza, con
Aguzzate gli occhi se vi capita di passeggiare, nella notte di un dieci settembre qualsiasi, lungo Ponte Sant’Angelo a Roma. Probabilmente intravedrete l’eterea figura della giovanissima Beatrice Cenci che tiene in mano la sua testa. Ogni anno, infatti, il fantasma della giovanissima figlia del
Antefatto: il disegnatore politico dell’Unità Sergio Staino, uno che in quanto tale dovrebbe avere come unico compito quello di prendere, per i fondelli i potenti, in assoluta indipendenza e senza mai mettersi al caldo riparo della loro ala, decide un giorno, non tanto di lasciare finalmente
Un bilancio delle feste appena finite? In teoria, niente di più sbagliato: i bilanci esistenziali meglio lasciarli perdere in ogni età dell’anno, la vita non è qualcosa che si può soppesare. Tanto più che, anche quando ci si riuscisse, si potrebbe scoprire che pesa davvero troppo. E però l’umore
Sei lì, in libreria, che cerchi tra gli scaffali un libretto per tuo figlio e ti imbatti in una collana di una casa editrice tra le più note e valide – EL edizioni – i cui vari volumetti sono classificati, tramite un bollino di diversi colori, per categorie: “Da ridere”, “Da brivido”, “Animali”
Se non riuscite a trovare una parola che rappresenti insieme un paio di piedi infilati in calzettoni di lana, due mani che tengono una tazza di vin brulé bollente, un caminetto acceso attorno al quale un gruppo di intimi amici è intento a una conversazione allegra ma soprattutto poco impegnativa
La notizia è talmente paradossaleda nascondere, forse, una manovra. Potrebbe trattarsi cioè di un annuncio per assumere magari l’amico o il parente, con la scusa che tanto non lo si paga (all’inizio). Ma se invece la vicenda fosse vera dovrebbesuscitare più cheindignazione – ormai l’abbiamo
Ho visto di tutto: scrittori, insegnanti, avvocati, operai, studenti, suore di clausura e persino carcerati. D’altronde i poeti hanno sempre un secondo lavoro, altrimenti morirebbero di fame”. Nicola Crocetti è il fondatore di una delle poche case editrici “pure” di poesia – Crocetti editore
Siamo una generazione cresciuta a pane ed etica del lavoro: sapevamo che avremmo dovuto studiare molto, e bene, per poter avere un lavoro degnamente retribuito. Sapevamo che nulla ci sarebbe stato regalato, ma che seguendo un percorso stabilito da qualche parte saremmo arrivati: medici o
Ho danzato il mio ultimo spettacolo senza sapere che sarebbe stato l’ultimo, capisce? Quello che mi è accaduto ha dell’inverosimile: tre anni fa, insieme a buona parte del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, sono stata licenziata in pochi giorni, senza alcun preavviso. Motivo? A neanche
Cosa mettono per rappresentarsi sui social le persone allegre? Foto di sé colorate e gioiose. E gli estroversi? Preferiscono immagini artistiche e creative. Le persone coscienziose, invece, possono apparire più vecchie, mentre i nevrotici scelgono spesso di farsi rappresentare da un oggetto. Per
Avranno due papà, eguali tra di loro da ogni punto di vista. È quanto stabilisce un’ordinanza del 23 febbraio emessa dalla Corte d’Appello di Trento: due gemelli, nati attraverso una maternità surrogata da una coppia di maschi omosessuali, sono stati dichiarati figli di entrambi i padri: sia di
Quello che sta accadendo sulla scena politica italiana sta assumendo i contorni di un’autentica tragedia, alla quale assiste, attonito,quell’elettorato “di sinistra”,un tempo dotato di passione civile e amore per la politica, che ormai si sposta in massa, invano, a ogni elezione, in cerca di un
Sessismo, abbiamo un problema. Il termine, di per sé, sta a significare un giudizio negativo basato unicamente sul genere di appartenenza, che sia maschio o sia femmina. Eppure, nella pratica, la parola indica ormai solo gli attacchi alle donne in quanto donne. E, per converso, il suo opposto
L’hiv? Per lui è “principalmente un problema di come farlo sapere agli altri, a chi dirlo oppure no”. Perché la sua vita di dodicenne è normale, va a scuola, in piscina, a teatro. Gli piacciono J-Ax, Pif, il rap. E no, la sua mente non è occupata sempre dalla malattia, ma anche da domande di
Si comincia col nonno scomparso, che qualche anno prima di morire aveva comprato il suo primo cellulare: troppo dolore cancellarlo dalla rubrica, in fondo che male c’è a lasciarlo lì, è come se ci facesse ancora compagnia. Si prosegue con la conoscente morta di malattia, amica su Facebook e
Vuole sapere chi vincerà questo Festival? Fiorella Mannoia. No, non sono un indovino: basta fare qualche calcolo, ragionare sulla casa discografica, alla fine c’è sempre una rotazione, un po’ come al premio Strega gli editori. Insomma, diciamo che il vincitore è programmato e la gara parte dal
Parliamoci chiaro: i movimenti facciali e quelli del corpo dicono più di mille parole. E dunque l’espressione perennemente triste e tesa, il corpo spesso afflosciato, la testa girata, perché schifata, al ballo col marito ci raccontano di una Melania Trump infelice, sposata a un uomo che
Di tempo libero, dismessa ogni carica istituzionale, ne aveva a sufficienza. In fondo, è solo presidente dell’Anica, presidente dell’Associazione Incontro di Civiltà, Presidente del Cultural Heritage Rescue Prize, Presidente dell’Associazione Priorità Cultura, Presidente del Centro per un Futuro
C’è chi sceglie di non far riferimento alla “Storia”, ma di utilizzare una fantasiosa analogia per raccontare la prepotenza nazista: è il caso de La Misteriosa scomparsa degli Aghi e delle Spille dalla Bottega dei Fili di Nuvoletta gentile, di Paolo Valentini e Chiara Abastanotti (Becco Giallo)
Basta un innocuo post su Facebook, in cui ci si lascia andare raccontando le tante – interessanti, meravigliose – cose che si possono fare in una giornata senza figli, per dare il via alle solite voci, e penne, che, inevitabilmente, se ne escono con la fatidica frase: “Se ti devi lamentare
Il più emblematico è senz’altro Jack London che, tra mille strampalati mestieri, fece anche il fiociniere su baleniere dell’Artico. Ma anche Lawrence d’Arabia fu scaricatore di carboniere e trasportatore di cammelli, mentre Colette dovette aprire un istituto di bellezza e George Orwell finì a
Un conduttore televisivo di mezza età in crisi di ascolti, ma pronto a tutto pur di arrivare al suo sogno, condurre Sanremo (che, per la cronaca, sarà condotto quest’anno da Carlo Conti e Maria De Filippi). Una ragazza di vent’anni, che la televisione sa a malapena cosa sia, e vive sul Web, dove
Metti che un grandissimo cantantefaccia un video in cui un feto canti sommessamente, accompagnato dalle note di un’orchestra, le parole di una sua canzone stupenda.Di sicuro, non ci sarebbe fan che si rivolterebbe,o che avrebbe da obiettare che è assurdo far cantare un feto, o che direbbe che la
Accavallando le gambe sulla poltrona di pelle, col giornale (ex) progressista ben stretto sotto il braccio, l’intellettuale organico dell’epoca della post-verità annuncia compiaciuto che lui le feste comandate le passerà “mille miglia lontano”, per scampare all’obbligo della felicità natalizia
Se pensate che il calendario di Frate Indovino sia ormai un residuo preistorico rispetto ai siti web di previsioni del tempo o di agende digitali vi sbagliate: non solo perché il calendario viene stampato in ben cinque milioni di copie ma perché, paradossalmente, l’esaltazione del vecchio mondo
Quando gli indici d’ascolto sono apparsi sullo schermo, Gary Marsh, presidente mondiale di Disney Channel, ha fatto un salto sulla sedia. I dati Nielsen di qualche settimana fa indicavano un meno 18 per cento di spettatori tra i bambini dai 2 agli 11 anni rispetto al febbraio del 2016. Un crollo
Èqualcosa di ridicolo, un assurdo sociale, contro il quale nessuno fa niente: la mania di indicare sempre, a fianco della foto di una persona, l’età che ha (o farla seguire al nome in tv). Stigmatizzazione inutile e senza pietà, soprattutto perché l’esibizione del magico numeretto viene
Settimo mese. Luglio. Caldo. Afa. La pancia che diventa sempre più ingombrante e io che vorrei strapparmi via non solo i vestiti, ma pure questo alieno che sta piano piano occupando tutto il corpo. Attacchi di panico. Corse in ospedale. Vi prego, ricoveratemi”. Non c’è nulla di più lontano dalla
Me ne sono ricordata quando ormai avevo preso il biglietto. Avevo letto con interesse, ovviamente anche da giornalista, ma soprattutto da persona sconvolta dalla quantità di donne violate e uccise, il dibattito e le notizie sullosciopero internazionale delle donne contro la violenzain occasione
Bambini chiamati invano una, due, tre volte per andare a cena. Incapaci di stare seduti su una sedia, concentrati a studiare per più di qualche minuto. Pronti a piangere e dimenarsi all’interno di un supermercato se l’oggetto desiderato gli viene negato. Sono scene, queste, che quasi ogni
Astice, cipolla croccante e datterini gialli. Calamari, zucca arrostita e zafferano. Tortino al cioccolato caldo, dal cuore morbido. No, non è un menù per clienti di un ristorante stellato, ma sono alcuni dei piatti contenuti in un libro di ricette speciale, pensato per palati speciali: quello
E che doveva fare un ospedale come il San Camillo di Roma, dove si praticano oltre 2000 aborti l’anno e gli obiettori sono l’enorme maggioranza, per continuare a garantire il servizio? Assumere ginecologi che poi magari avrebbero praticato l’obiezione di coscienza, tornando, così al punto di
Non abiti, o non lavori, in Veneto da almeno quindici anni? Niente asilo nido. È la modernissima e liberale norma che il Consiglio Regionale Veneto, a maggioranza leghista, ha approvato pochi giorni fa. Due sono gli illuminati consiglieri che hanno presentato questo testo: Maurizio Conte e
Romano Prodi è di casa a Shanghai, dove da tempo insegna alla prestigiosa China Europe International Business School. Anche Enrico Letta, dopo il siluramento, si è tolto la cravatta e se n’è andato all’Istituto di Studi Politici di Parigi, per un ciclo di lezioni su “Europa, crescita e
È stata una mite signora di settantadue annia denunciare il fatto, dopo aver visto bambini in lacrime di fronte al rifiuto di Fedex e J-Ax di firmare il diario o un foglio qualunque “perché solo i cd acquistati vengono firmati”. Una scena di quelle ad alto impatto emotivo, che portano con sé in
“Non posso credere che non abbia superato neanche questa volta l’esame del 8 febbraio. Inoltre vorrei sapere con quanto non lo superato. Tenevo molto a quest’esame e aspettando in una sua risposta la ringrazio”. Cosa deve fare un professore universitario quando si trova questo messaggio di posta
Ha preso carta e penna e scritto al direttore de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio per criticare Renzi sulla sua battaglia strumentale – e su questo non ha torto – sul tema dei vitalizi, e per spiegare che quello che riceveranno un domani i parlamentari di oggi non è un vitalizio. Va chiamato
La notizia è rimasta confinata nelle cronache locali. Eppure ha dell’incredibile. È successo a Roma, il 21 settembre 2015, in una scuola primaria vicino a Parco degli Acquedotti, in zona Tuscolana. Al termine della ricreazione, la maestra non fa l’appello prima del rientro in classe (ma perché si
Aveva già raccontato, nelle settimane precedenti l’elezione di Trump, di quando la sua vita giornalistica si era incrociata con quella del tycoon: ad esempio quando decise di metterlo, era il 1993, in un servizio fotografico per Vanity Fair, accanto alla modella Vendela Kirsebom, che meno di
Il problema è l’abitudine. Per tutti noi (giornalisti compresi che gli altri giornali li leggono, e li usano, massicciamente), l’informazione on line è libera, aperta, gratuita. Nei giornali on line si può trovare tutto, il pezzo di cronaca come l’inchiesta, il commento come la vignetta. Dal
Ci saremmo aspettati che a un certo punto il disegnatore satirico Staino, che in quanto tale avrebbe dovuto avere come unico compito, ma soprattutto desiderio, quello di prendere per i fondelli il potere, lasciasse per sempre l’Unità: un grigio quotidiano voltagabbana, asservito al segretario del
Un conduttore televisivo di mezza età in crisi di ascolti, ma pronto a tutto pur di arrivare al suo sogno, condurre Sanremo (che, per la cronaca, sarà condotto quest’anno da Carlo Conti e Maria De Filippi). Una ragazza di vent’anni, che la televisione sa a malapena cosa sia, e vive sul Web, dove
Premessa: sono un genitore che ogni anno si arrabatta felicemente per crearela piccola messinscena di Babbo Natale ai propri figli: bicchiere di vino lasciato e svuotato nella notte, pane e salsiccia (o formaggio) fatti sparire appena i bambini vanno a letto per lasciare solo bricioline, finestra
Visto che, a quanto pare, il ministro del Lavoro Poletti non intendedimettersi, nonostante la frase scandalosa sui giovani all’esteroe l’imbarazzante situazione lavorativa di suo figlio Manuel,presidente della Cooperativa Media Romagnae direttore della sconosciuta testata Setteserequi– 5000 copie
Il parallelismo mi è venuto immediatamente in mente, perché la sensazione che ho provato di rabbia, anzi quasi di odio verso una frase il cui sensoinfame era simile – con le dovute differenze – aquella di qualche anno fa: i giovani partiti in massa, fuggiti da un paese che offreai migliori tra