Lo sapevate che l'85% delle voci presenti su Wikipedia sono maschili? Per ridurre il 'gender gap' è partito un progetto internazionale, 'Women in red' (donne in rosso, in quando le voci non ancora editate, nell'enciclopedia digitale, sono appunto rosse e diventano azzurre quando invece il link è attivo), divenuto, in Italia, 'Wikidonne' volta ad aumentare le voci riguardanti donne rappresentative dell'universo femminile sia tramite 'editathon, 'maratone' durante le quali ci si impegna a scrivere (o tradurre, se le voci esistono già in altre lingue, adattandole non solo linguisticamente, al nostro Paese), di volta in volta, di scienziate, letterate, artiste,sia tramite corsi per formare nuove volontarie a cui insegnare come si diventa
Gentile Sandra Amurri,ho letto il tuo articolo“Virginia Raggi su Libero è patata bollente. L’indifferenza delle donne è il vero sessismo” sul volgare titolo di Libero:”La vita agrodolce della Raggi. Patata bollente”firmato dal direttore Vittorio Feltri. Leggi Tutto
“Eravamo marea, ora siamo un oceano e nessuno scoglio ci potrà fermare”: l’assemblea plenaria diNonunadimenosi è conclusa con queste parole alle 16,45 di una domenica pomeriggio piovosa che non ha raffreddato le grida gioiose e gli applausi nelle aule di Giurisprudenza dell’Università di Bologna
Le donne italiane tornano in assemblea nazionale, questa volta a Bologna; mentre si prepara per l’8 marzo 2017 il primo sciopero femminista globale. L'appuntamento, a cui sono attese circa 1.500 donne da tutta Italia, è il4 e 5 febbraioall'Università di Giurisprudenza (via Belmeloro 14).Da mesi
Dopo la giudice Ann Donnelly, è nuovamente una donna a porre un importante freno alle azioni sconsiderate del presidente Trump: Sally Yates, procuratrice generale in carica, ha dato disposizione al Dipartimento di Giustizia di non sostenere in tribunale l’ordine esecutivo del presidente Trump in
Licenziata per "tradimento". Il presidente americano no sa che il procuratore generale deve essere fedele alla Costituzione e allo Stato, non a un singolo uomo. Dopo la giudice Ann Donnelly, anche un'altra donna ha posto un importante freno alle azioni sconsiderate del presidente Trump, bene
Licenziata per "tradimento". Il presidente americano non sa che (ancora e per il momento) il Ministro della Giustizia degli Stati Uniti deve essere fedele alla Costituzione e allo Stato, non a un singolo uomo di potere. Dopo la giudice Ann Donnelly, anche un'altra donna ha posto un importante freno
Lascia basiti la sfilza di provvedimenti antidemocratici e repressivi che il nuovo presidente Usa ha varato nella sua prima settimana, in una sola settimana, e con una semplice firma, come fosse Gengis Khan, o qualunque imperatore delle favole, e non l’uomo a capo della più potente democrazia del
Quanto segue riporta quasi interamente un pezzo di Jacopo Giliberto, su un eccidio che rappresenta, anche, unagiornataqualunque dell'epoca, per molti ebrei e per molti nazisti.La stessa storia è raccontata nei dettagli anche nel libro "I volonterosi carnefici di Hitler", di cui QUI si trova un
Cari maschi, questa lettera è per voi. Siate voi eterosessuali o gay, siate voi di destra o di sinistra, vecchi o giovani; siate voi bianchi o neri o di ogni altro colore; siate voi atei o credenti; cristiani, o musulmani o di qualunque altra religione; vi invitiamo a osservare la forza delle donne
Il giorno dopo l'insediamento alla Casa Bianca di Trump, un uomo che ha promesso repressioni, divisioni, smantellamento di diritti eattacchialle donne, le donne scendono in piazza a Washington, sostenute dauna grandissima coalizione di attiviste per diritti femminili. Le paroled'ordine sono
Convenzione di Istanbul: legge in 22 nazioniGli obiettivi definiti nell'art. 1:eliminare la violenza, rafforzare l'autodeterminazione delle donneMappa dei paesi aderenti alla Convenzione di Istanbul a dicembre 2016 (fonte Consiglio d'Europa): in verde i 22 paesi dove la convenzione è stata
Convenzione di Istanbul.Gli obiettivi definiti nell'art. 1:eliminare la violenza, rafforzare l'autodeterminazione delle donneMappa dei paesi aderenti alla Convenzione di Istanbul a dicembre 2016 (fonte Consiglio d'Europa): in verde i 22 paesi dove la convenzione è stata firmata e ratificata
Che linguaggio usare? come riportare obiettivamente e correttamente le notizie di violenza contro le donne? Ci sono voluti quasi 5 anni, ma finalmente, anche in Italia, il Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti ha fatto proprie e condiviso le Linee Guida della Federazione Internazionale
Scrive Luciana Castellina: Io non so come siano andate le cose per quanto riguarda i titoli di studio di Valeria Fedeli. Penso si sia probabilmente trattato di definizioni imprecise che spesso vengono date ai diplomi da scuole o corsi anomali come quello che Valeria ha frequentato a suo tempo a
L’ultimo rapporto di monitoraggio mondiale dei media GMMP2015 (Gender Media Monitoring Project), registrando la preoccupante persistenza del sessismo (e di conseguenza di modalità sessiste nel rappresentare le notizie), nel giornalismo e negli organi di stampa di ogni Paese, raccomanda di tracciare
Autoritarismo,razzismo e maschilismo sono strettamente intrecciati;ne scriveGuido Viale nel pezzo Stati Uniti: la rivalsa della supremazia maschilista, oveosserva come l’affermazione di uomini come Trump e dei suoi omologhi europei siano segni del ripiegamento verso un fondamentalismo occidentale
Mata Amritanandamayi Devi, la leader spirituale indiana, che ha abbracciato ad oggi 36 milioni di persone nel mondo, di cui 30 mila a Milano (Malpensa Fiere a Busto Arsizio) nell'ultimo week end, nell'ambito deltour europeo partito da Londra l'11 ottobre, il 27 ottobre a Parigi davanti a 8 mila
L'Associazione Preziose invita le donne a una giornata di riflessione sulla relazione fra donne e populismo: donne e popolo, la strana coppia. • Nell’attuale slittamento della democrazia verso il populismo, si può rigiocare lo storico legame tra donne e popolo in una nuova forma della politica?•
Ringraziamo le organizzatrici e le partecipanti al raduno RebelRebel di Osimo e Ancona, insieme a tutte quelle che si sono riunite per #nonunadimeno l’8 ottobre a Roma; e tutte quelle con cui ci ritroveremo alla manifestazione nazionale di Roma, il 26 novembre prossimo, e nel successivo incontro
1 donna su tre ha subito violenza fisica e/o sessuale e il 38% degli omicidi di donne a livello mondiale sono commessi dal partner. Gli effetti della cultura patriarcale, maschilista, machista li viviamo tutti i giorni: come? quando?quandoa causa dell’obiezione di coscienza ci viene negata la
Il progetto Women in red per ridurre il gender gap in Wikipedia tra i finalisti a livello mondiale#UnWomen, sezione delleNazioni Unite che si occupa di parità di genere,ha candidato il progetto #WiRa concorrere al premio #GemTech (Gender Equality Mainstreaming), rivolto a organizzazioni o
Vale la pena leggere la lettera di Cristina, la risposta di Emis (che pare di sentirle, le unghie sul vetro, il rumore che fanno), e la contro-risposta di Cristina, in fondo allo stesso post (che il tuo “dovere di artista” non ti stimoli ad occuparti di migranti altrimenti potresti Leggi Tutto
Vale la pena leggere la lettera di Cristina, la risposta di Emis (che pare di sentirle, le unghie sul vetro, il rumore che fanno), e la contro-risposta di Cristina, in fondo allo stesso post (che il tuo “dovere di artista” non ti stimoli ad occuparti di Leggi Tutto
Per la prima volta anche le donne argentine scendono in sciopero, e lo fanno a livello nazionale, e accompagnate da manifestazioni in contemporanea in Mexico, Cile, Uruguay; in tutto il Sudamerica, con un tam tam degli hashtag #Niunamenos e#latinoamericafeminista.L'ennesimo femminicidio, di Lucia
La violenza maschile sulle donne non ha colore, religione, né cultura ma è trasversale a tutte le società patriarcali perché serve a mantenere uno squilibrio di potere tra maschi e femmine. Tuttavia, sappiamo che vi sono forme di violenza importate con la migrazione, che ricadono principalmente
Oggi è il giorno della marcia della Pace; intantoil business delle armi in Italia vola, e nessunarisposta viene data sulle vendite italiane di armi ai paesi in guerra, Arabia Saudita in testa. Paese alquanto poco rispettoso dei diritti umani, di quelli delle donne e della Pace, al quale la nostra
Oggi, 9 ottobre 2016, nel 53° anniversario della tragedia del Vajont è utile ricordare come la giornalista Tina Merlin si batté strenuamente per prevenirla; ma non solo non fu ascoltata, fu addirittura processata per "allarmismo", nell'indifferenza complice della stampa. Lei, donna,ex-partigiana
E ora basta! Dall'Irlanda alla Polonia le donne scendono in piazza per dire basta a divieti e condanne penali per quelle che abortiscono, chiedendo riconoscimento della autodeterminazione.Ieri, lunedì 2 ottobre, le polacche, nella giornata che è stata chiamatablackmonday - per il colore nero dei
Il 25 settembre si è svolta la premiazione della4^ edizione del Premio Internazionale di Poesia e Narrativa "I fiori sull'acqua" di cui Melina Gennuso è l'anima grazie alla passione per la poesia e la letteratura e l'attenta sensibilità al problema della violenza contro le donne. A ritirare il
Questo è un testo contro i regolamenti volti a introdurre la GPA [utero in affitto, ndr], invocati da più parti specialmente nella sinistra. Non è un testo proibizionista, ma è contrario ai contratti e agli scambi di denaro per comprare e vendere esseri umani.Scambi ora illegali in Italia, perché