Parliamone Sabato è stata chiusa, soppressa per razzismo e sessismo (e anche per idiozia). La decisione di Antonio Campo Dall'Orto, direttore generale della Rai è arrivata dopo le scuse di Andrea Fabiani, presidente di Rai 1, e di Monica Maggioni, presidente Rai che si era detta offesa come donna, per i contenuti della defunta trasmissione. La Leggi Tutto
E' uno come tanti[un altro come quello della numero 37] e si vanta su un sito delinquenziale per deficienti (uno dei tanti). Non so (scrive), forse è il mio karma che mi fa passare da un bordello all’altro, e così eccomi qui nella mecca del sesso mondiale, il più grande trombodromo di tutto il
Ieri è accaduto un evento storico: in cinquanta paesi del mondo le donne si sono fermate scioperando contro la violenza maschile e la violenza di genere. Anche in Italia numerose piazze si sono riempite di donne vestite di nero e fucsia accompagnate da slogan sulle mastrioske, simboli scelti dalla
A Cagliari la manifestazione partiràalle 9,30 da viale Boncammino, con arrivo del corteo intorno alle h. 15 in piazza del Carmine; qui il presidio resterà fino alle h. 22.Lo sciopero:è lecito scioperare dal lavoro:c’è la copertura sindacale generale, per tutte le lavoratrici del settore privato e
Mercoledì8 marzo: a Napoli il corteo parte dalle h. 18 in Piazza Dante.Lo sciopero:l'8 marzo 2017 tutte le lavoratrici del settore privato e del pubblico possono legittimamente scioperare in quantoc’è la copertura sindacale generale, qualunque sia la categoria di appartenenza, che siano iscritte
Mercoledì8 marzo: dalle h. 9 in Piazza Italia a Reggio Calabria: presidio informativo. Dalle h. 17,30 alle 20,30: discussioni, reading e performance artistiche.Lo sciopero: l'8 marzo 2017 tutte le lavoratrici del settore privato e del pubblico possono legittimamente scioperare in quantoc’è la
Per la prima volta nella storia è stato indetto, a livello mondiale,uno sciopero trasversale e globale delle donne. A Roma la manifestazione partirà dal Colosseo, concentramento alleh 17.Lo sciopero:inutile ricordare che è lecito scioperare dal lavoro:c’è la copertura sindacale generale, per tutte
Lo sciopero globale delle donne dell’8 marzo 2017 è un evento senza precedenti. Al momento hanno aderito 42 paesi nel mondo, ma altri continuano ad aggiungersi. Anche Amnesty International ha dato il proprio sostegno ufficiale,con una dichiarazione di Margaret Huang(direttrice di Amnesty
Il prossimo 8 marzo lo sciopero globale delle donne dilagherà per almeno 42 paesi, in tutto il mondo; qui trovate la mappa con gli eventi fissati fino ad ora, ma molti altri se ne stanno preparando negli ultimi giorni. Come partecipare? Non solo nel proprio privato, o andando solo alle iniziative
La Corte di Strasburgo dà ai fascisti di ogni tipo un'altra buona ragione per gridare all'urgenza di lasciare l'Europa: la Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italiaper non aver protetto in nessun modo una donna e suo figlio dalla violenza del marito.Questi, nonostante le ripetute
Lo sapevate che l'85% delle voci presenti su Wikipedia sono maschili? Per ridurre il 'gender gap' è partito un progetto internazionale, 'Women in red' (donne in rosso, in quando le voci non ancora editate, nell'enciclopedia digitale, sono appunto rosse e diventano azzurre quando invece il link è
Gentile Sandra Amurri,ho letto il tuo articolo“Virginia Raggi su Libero è patata bollente. L’indifferenza delle donne è il vero sessismo” sul volgare titolo di Libero:”La vita agrodolce della Raggi. Patata bollente”firmato dal direttore Vittorio Feltri. Leggi Tutto
“Eravamo marea, ora siamo un oceano e nessuno scoglio ci potrà fermare”: l’assemblea plenaria diNonunadimenosi è conclusa con queste parole alle 16,45 di una domenica pomeriggio piovosa che non ha raffreddato le grida gioiose e gli applausi nelle aule di Giurisprudenza dell’Università di Bologna
Le donne italiane tornano in assemblea nazionale, questa volta a Bologna; mentre si prepara per l’8 marzo 2017 il primo sciopero femminista globale. L'appuntamento, a cui sono attese circa 1.500 donne da tutta Italia, è il4 e 5 febbraioall'Università di Giurisprudenza (via Belmeloro 14).Da mesi
Dopo la giudice Ann Donnelly, è nuovamente una donna a porre un importante freno alle azioni sconsiderate del presidente Trump: Sally Yates, procuratrice generale in carica, ha dato disposizione al Dipartimento di Giustizia di non sostenere in tribunale l’ordine esecutivo del presidente Trump in
Licenziata per "tradimento". Il presidente americano no sa che il procuratore generale deve essere fedele alla Costituzione e allo Stato, non a un singolo uomo. Dopo la giudice Ann Donnelly, anche un'altra donna ha posto un importante freno alle azioni sconsiderate del presidente Trump, bene
Licenziata per "tradimento". Il presidente americano non sa che (ancora e per il momento) il Ministro della Giustizia degli Stati Uniti deve essere fedele alla Costituzione e allo Stato, non a un singolo uomo di potere. Dopo la giudice Ann Donnelly, anche un'altra donna ha posto un importante freno
Lascia basiti la sfilza di provvedimenti antidemocratici e repressivi che il nuovo presidente Usa ha varato nella sua prima settimana, in una sola settimana, e con una semplice firma, come fosse Gengis Khan, o qualunque imperatore delle favole, e non l’uomo a capo della più potente democrazia del
Quanto segue riporta quasi interamente un pezzo di Jacopo Giliberto, su un eccidio che rappresenta, anche, unagiornataqualunque dell'epoca, per molti ebrei e per molti nazisti.La stessa storia è raccontata nei dettagli anche nel libro "I volonterosi carnefici di Hitler", di cui QUI si trova un
Cari maschi, questa lettera è per voi. Siate voi eterosessuali o gay, siate voi di destra o di sinistra, vecchi o giovani; siate voi bianchi o neri o di ogni altro colore; siate voi atei o credenti; cristiani, o musulmani o di qualunque altra religione; vi invitiamo a osservare la forza delle donne
Il giorno dopo l'insediamento alla Casa Bianca di Trump, un uomo che ha promesso repressioni, divisioni, smantellamento di diritti eattacchialle donne, le donne scendono in piazza a Washington, sostenute dauna grandissima coalizione di attiviste per diritti femminili. Le paroled'ordine sono
Convenzione di Istanbul: legge in 22 nazioniGli obiettivi definiti nell'art. 1:eliminare la violenza, rafforzare l'autodeterminazione delle donneMappa dei paesi aderenti alla Convenzione di Istanbul a dicembre 2016 (fonte Consiglio d'Europa): in verde i 22 paesi dove la convenzione è stata
Convenzione di Istanbul.Gli obiettivi definiti nell'art. 1:eliminare la violenza, rafforzare l'autodeterminazione delle donneMappa dei paesi aderenti alla Convenzione di Istanbul a dicembre 2016 (fonte Consiglio d'Europa): in verde i 22 paesi dove la convenzione è stata firmata e ratificata
Che linguaggio usare? come riportare obiettivamente e correttamente le notizie di violenza contro le donne? Ci sono voluti quasi 5 anni, ma finalmente, anche in Italia, il Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti ha fatto proprie e condiviso le Linee Guida della Federazione Internazionale
Scrive Luciana Castellina: Io non so come siano andate le cose per quanto riguarda i titoli di studio di Valeria Fedeli. Penso si sia probabilmente trattato di definizioni imprecise che spesso vengono date ai diplomi da scuole o corsi anomali come quello che Valeria ha frequentato a suo tempo a
L’ultimo rapporto di monitoraggio mondiale dei media GMMP2015 (Gender Media Monitoring Project), registrando la preoccupante persistenza del sessismo (e di conseguenza di modalità sessiste nel rappresentare le notizie), nel giornalismo e negli organi di stampa di ogni Paese, raccomanda di tracciare
Autoritarismo,razzismo e maschilismo sono strettamente intrecciati;ne scriveGuido Viale nel pezzo Stati Uniti: la rivalsa della supremazia maschilista, oveosserva come l’affermazione di uomini come Trump e dei suoi omologhi europei siano segni del ripiegamento verso un fondamentalismo occidentale
Mata Amritanandamayi Devi, la leader spirituale indiana, che ha abbracciato ad oggi 36 milioni di persone nel mondo, di cui 30 mila a Milano (Malpensa Fiere a Busto Arsizio) nell'ultimo week end, nell'ambito deltour europeo partito da Londra l'11 ottobre, il 27 ottobre a Parigi davanti a 8 mila
L'Associazione Preziose invita le donne a una giornata di riflessione sulla relazione fra donne e populismo: donne e popolo, la strana coppia. • Nell’attuale slittamento della democrazia verso il populismo, si può rigiocare lo storico legame tra donne e popolo in una nuova forma della politica?•
Ringraziamo le organizzatrici e le partecipanti al raduno RebelRebel di Osimo e Ancona, insieme a tutte quelle che si sono riunite per #nonunadimeno l’8 ottobre a Roma; e tutte quelle con cui ci ritroveremo alla manifestazione nazionale di Roma, il 26 novembre prossimo, e nel successivo incontro