Ci siamo fotografate con il cartello: 50 / 50 SE NON E’ PARITARIA NON E’ DEMOCRAZIA!!! #IOCISONO Perché? Perché è iniziata la discussione in aula sulla nuova legge elettorale e noi vogliamo che siano introdotte norme che garantiscano una presenza paritaria di donne e uomini. Nelle liste noi  chiediamo che... Ci siamo fotografate con il cartello: 50 / 50 SE NON E’ PARITARIA NON E’ DEMOCRAZIA!!! #IOCISONO Perché? Perché è iniziata la discussione in aula sulla nuova legge elettorale e noi vogliamo che siano introdotte norme che garantiscano una presenza paritaria di donne e uomini. Nelle liste noi  chiediamo che vi sia l’alternanza di candidati 1
Repubblica 9/12/2013 di MASSIMO VINCENZI Lei prende il treno ogni mattina all’alba e arriva nella pancia di Manhattan a Grand Central Station, sulle carrozze più uomini che donne, gli abiti scuri battono i tailleur su questa linea che serve i palazzi della finanza a Midtown e poi
 Unità 14/12/2013 di Osvaldo Sabato Una vera e propria rivoluzione che cancella dalle norme italiane la distinzione fra figli legittimi e naturali. Con l’approvazione di ieri del Consiglio dei Ministri del decreto legislativo di revisione delle disposizioni in materia di
Unità 28/12/2013 di Beppo Sebaste Tra i neologismi più recenti, «femminicidio» unisce all’indubbia sgradevolezza una precisione semantica tanto imbarazzante quanto efficace, che rende sospetto ogni tentativo di evitarla: non c’è un altro modo per dire
I Comitati Se non ora quando che sottoscrivono questo comunicato stampamanifestano tutta la loro disapprovazione per la presenza del Premier Enrico Letta, alla Cerimonia Inaugurale del Giochi Olimpici Invernali di Sochi. Con estrema delusione e disappunto dobbiamo constatare come il nostro Paese
Per non tornare indietro. #NOICISIAMO Video di Giuliana Brega per la campagna sulla democrazia paritaria Leggi Tutto
Unità 10/12/2013 Più di quattro donne su dieci (il 44, 1%) ha fatto rinunce lavorative per accudire la famiglia. Sorte toccata a meno di un uomo su cinque (il 19,9%). È quanto si legge nel rapporto dell’Istat e del dipartimento per le Pari opportunità su
l’Unità 15.12.13 di Cristiana Cella La lotta delle donne per i diritti contro la lapidazione di Stato. Scampato pericolo ma le attiviste non si fidano. Selay Ghaffar denuncia la spregiudicatezza dei giudici fondamentalisti che lavorano alla riforma del sistema legale in direzione
L’Unità 01.01.13 di Pietro Greco Ora lavora alla Casa Bianca, come assistente della direzione per le scienze forensi nell’ambito dell’Ufficio che si occupa di politica della scienza e della tecnologia. È una biologa, con un master in energia e risorse. Ma la rivista
(ANSA) – ROMA, 5 FEB –“Se Non Ora Quando” chiede alle parlamentari di tutti i partiti di lavorare per ottenere il voto palese sull’emendamento che riguarda l’alternanza uomo-donna nelle liste elettorali e il 50% di donne capilista. “È chiaro – scrivono in una nota le donne di Snoq – che così com’è
Corriere 13.12.13 di Luigi Offeddu Lo ha stabilito una sentenza dell’Alta Corte di Giustizia europea. BRUXELLES — Accadrà anche nei Paesi europei che ancora non riconoscono legalmente le unioni gay, anzi questa sentenza C-267/12 sembra tagliata su misura proprio per loro. Almeno
La bocciatura al Parlamento Europeo della “risoluzione Estrela” è l’ultimo di una lunga serie di attacchi all’autodeterminazione delle donne. La risoluzione invitava gli Stati membri a garantire, per le donne di tutti i Paesi della UE, gli stessi diritti in tema di
Se Non Ora Quando? Es Ist Zeit! Alto Adige Südtirol invita al seminario: Il sessismo non è un gioco – Politiche di genere e musei delle donne / Sexism is not a joke – gender politics and women’s museums che si terrà a MERANO presso il MUSEO DELLE DONNE in Via Mainardo 2, giovedì 20 [...] Leggi Tutto
Una bella notizia è arrivata dal Parlamento! Deputate di tutti i partiti (tranne 5stelle) hanno sottoscritto 3 emendamenti alla legge elettorale per rendere effettiva la parità di genere nelle liste elettorali. E’ un passo decisivo che noi di Snoqlibere abbiamo sollecitato e perseguito perché