Le parole per dirlo. Quante volte ci interroghiamo sulle narrazioni e sulla loro efficacia, quante volte esprimiamo il timore che reiterino stereotipi, che non arrivino al cuore delle questioni che premono sulla nostra realtà. Ora, Marco Giovagnoli ha compilato per Lo stato delle cose un dizionario che riguarda il sisma, e che è prezioso per ripartire almeno con le narrazioni stesse. Lo trovate qui. E comincia, com'è giusto, con la A di Abbandono. Abbandono È lo spettro che aleggia sulle aree più interne colpite dal terremoto del 2016-17, ossia il pericolo che queste zone siano destinate a non essere più abitate o quanto meno non più abitate come lo erano prima degli eventi sismici. Leggi tutto
Toponomastica femminile all’Istituto Kennedy di Monselice. Si Parla di familismo amoprale e lavoro delle donnedi Carla ManfrinSabato 27 gennaio 2018 nell’auditorium dell’Istituto di Istruzione Superiore Kennedy di Monselice si è svolto l’incontro tra circa 500 studenti, di varie classi e
Nella comunicazione vige una regola aurea: se un commento, un articolo o un’esternazione sono troppo stupidi, patetici e soprattutto in malafede per essere commentati, la scelta migliore è lasciarli senza risposta, affinché cadano nel dimenticatoio il più presto possibile. L’articolo di Vittorio
Con i capelli bianchi, presbiti, quasi in menopausa o con la prostata ingrossata. Così sarebbero, secondo il Partito democratico, i giovani italiani. Già, perché se si dovesse dare retta allo slogan elettorale che annuncia da mesi “una pensione di garanzia per i giovani” – cioè, secondo Cesare
donna-SCONOSCIUTAAmica  mia sconosciuta, questa Giornata della Memoria oggi  io vorrei dedicarla a Te.C’e’ una parete piena di foto al memoriale del campo di lavoro di  Auschwitz-Bierkenau.Una parete di foto in bianco e nero ben tenute, piccole, grandi, di ogni tipo.Sono quelle che con rigorosa, precisa
ursulaL’utopista Ursula Le Guin si è incarnata nelle donne dei nuovi movimenti, #metoo, #timeup, in Italia #quellavoltache. Nelle donne che si avvicinano, si prendono per mano, provano a immaginare un mondo nuovo, un mondo diverso.di Clelia Farris (Toponomastica femminile, Cagliari)Ursula Le Guin ci
25
Gen
2018
Il rapporto tra donne e musica è stato tormentato ed ancora oggi, in alcuni paesi, come l’Iran, la misoginia musicale è ancora presente. Infatti nel 2015 la polizia ha impedito l’esibizione delle donne nell’orchestra di Teheran, nonostante rappresentassero la metà degli ottantasette
L’organizzazione di beneficenza inglese “Presidents Club”, i cui membri sono solo uomini – affaristi miliardari, celebrità di vario tipo e politici – ha annunciato in questi giorni la propria chiusura. I beneficiari delle donazioni stanno tornando loro il danaro ricevuto, perché non vogliono essere
“Non sei tu, sono io, è quel che abbiamo imparato a dire. Non sei tu che devi lasciarmi passare / non stuprarmi / darmi un aumento di stipendio, sono io che non avrei dovuto essere qui, che non avrei dovuto salire in auto con te, che non avrei dovuto chiederlo. L’adattamento alla subordinazione è
Con lei sono cresciuta, siamo diventate grandi insieme, compagne di banco e di studi, non ricordo momento della mia vita adolescenziale che non abbia condiviso con Silvia.Conosco davvero molto bene Silvia Magnani e potrei dire che è un vulcano di creatività e potrei anche aggiungere che
23
Gen
2018
(“Becoming a Youth Radio Producer in Sumpango, Sacatepequez”, 19 gennaio 2018, Cultural Survival, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo.) Ingrid Aguilar Solloy – in immagine – è una ragazza quattordicenne Maya Kaqchikel che aiuta la mamma nelle faccende giornaliere e si prende cura dei fratelli
1.ConsueloSiviglia, come molte altre città, celebra nelle sue intitolazioni stradali lo stretto legame con la religione cristiana: nomi di sante e di santi, di martiri, di religiose/i, epiteti mariani ricorrono spesso e ricordano le radici profonde del culto e della devozione popolare.                    
Parco archeologico di Sukhotai, una specie di valle dei templi di Agrigento ma immerso in una natura più rigogliosa, dentro la quale ci muoviamo con le bici, anche queste pezzi di archeologia del secolo scorso.Thailandia mon amour ( terza parte) . Itinerari di viaggio di Patrizia
Liliana Segre è stata nominata dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, senatrice a vita, «per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale». Leggete qui la voce a lei dedicata sull’Enciclopedia. Leggi tutto
20
Gen
2018
C’e’ un filo sottile che unisce e lega l’abbraccio sul muretto di Viareggio di Beatrice e Donatella ne “La pazza gioia” alla tenerezza dei gesti di Ella e John protagonisti dell’ultimo film di Paolo Virzì.C’e’ il rinnovarsi di sentimenti, la bellezza dello scambio, del viverli insieme.La volontà
saraceno2 L’invecchiamento delle parentele ha trasformato il rapporto tra generazioni. Separazioni e divorzi hanno modificato i confini delle famiglie. Ne parla Chiara Saracenp a Bari, presentando il suo nuovo libro ”L’equivoco della famiglia”Alla prestigiosa Libreria Laterza, in Bari, si è tenuto il
Non ha ancora trent’anni ma da tempo in lei essenzialità e professionalità si intrecciano in armonia, dando vita a servizi fotografici di grande originalità, perché Paola Meloni ha un notevole occhio, grande cuore e un’ottima capacità di cogliere l’essenziale e trasformarlo in immagini molto
La storia dell’interruzione volontaria di gravidanza in Polonia è lunga e complessa. Proposte di legge e modifiche si sono rincorse per anni, fino al 1993, quando una legge è stata finalmente approvata e si è rivelata – per lo meno sulla carta e nelle aspettative – in linea con la maggior parte
C'è qualcosa che temo, nei rapporti che si intessono dentro e fuori la rete: la perdita della capacità di vedere. Ne facevo cenno nel post di lunedì, a proposito delle donne, ma credo valga in assoluto e al di là della questione di genere. Vedere non significa essere empatici: lo ha spiegato
Ci sono dei libri che ti entrano nell’anima e vi piantano radici, modificando la tua sensibilità. Libri che sanno parlare dritti al cuore di chi legge e lasciano il segno nel sentire, nel capire, nel leggere la realtà.Sono libri che aumentano il livello di umanità dei lettori, che abbracciano
Chi riguarda?Tutti.Perché?Perché nessun avvenimento interessa soltanto quelli che ne sono toccati direttamente.Vale per il post di ieri, vale per quello di oggi, che sicuramente susciterà meno attenzione, anche se è importante, e non poco. Parlo del gasdotto Tap/Snam, il mostro dell'Appennino
29
Gen
2018
La situazione da queste parti è un po’ troppo difficile, al momento, per permettermi di scrivere con efficacia e tempismo. Ci risentiamo quando andrà meglio. Maria G. Di Rienzo Annunci Leggi Tutto
28
Gen
2018
(estratto da: “Ancient (Egalitarian) Societies, Modern (Women’s) Marches”, un ampio e dettagliato saggio di Liz Fisher per Patheos, 24 gennaio 2018, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo) Gli eventi al giorno d’oggi si muovono velocemente ma hanno anche una qualità “spiraliforme attraverso il
26
Gen
2018
27 gennaio Giorno della Memoria : una ricorrenza internazionale celebrata ogni anno come giornata in commemorazione delle vittime dell’Olocausto.Fu cosi’ designata dalla risoluzione 60/7 delle Nazioni Unite del 1º novembre 200 Fu stabilito di celebrare il Giorno della Memoria ogni 27 gennaio
Se nel precedente itinerario sivigliano hanno predominato le intitolazioni stradali legate alla sfera del sacro, per questo ultimo percorso cittadino, mondo religioso e mondo laico di intrecciano saldamente.Si parte da Plaza de Santa Isabel il cui nome ricorda l’omonimo monastero fondato da Doña
“Non intendiamo chiedere agli uomini di cambiare il mondo. Intendiamo farlo da noi stesse. Intendiamo prendere posizione per noi stesse. Alzeremo le nostre voci e cambieremo il mondo.” Malala Yousafzai, Premio Nobel per la Pace, al World Economic Forum di Davos, Svizzera, 25 gennaio 2018 (trad
Nasce Salute al Femminile, iniziativa che completa l’informazione già ampia di Dol’s Magazine su un aspetto strategico a livello personale e sociale.Pur avendo basi anatomiche e fisiologiche analoghe, le donne sono esposte, per loro natura, ad eventi ciclici e ad altre variabili, che ne
di Eliana Ribes Elisabetta Malatesta Varano è la protagonista di “Sono tornata”, il libro di Clara Schiavoni che abbiamo presentato nel post precedente con un estratto scelto per noi da Eliana Ribes. E adesso la parola passa proprio a Eliana e alla sua recensione, buona lettura! Quando ho preso in
Da ‘Se questo è un uomo’ di Primo Levi al PACTA SALONE con Jacob Olesen e la regia di Giovanni Calo’ dal 30 gennaio 2018Nel filone degli spettacoli a tema civile presentati in questa stagione al PACTA SALONE, in occasione della Giornata della Memoria, va in scena in prima milanese dal 30 gennaio
Siamo una rete di associazioni, gruppi e singole che intendono far valere – tra i principi fondativi della nostra civiltà e di una visione ricca della libertà delle donne – … Continua a leggere → Leggi Tutto
di Clara Schiavoni* Camerino, Palazzo Varano, stanza di Elisabetta 12 agosto 1433 Mentre all’esterno del Palazzo si stanno preparando i cavalli, Elisabetta si sveglia: sembra un giorno come tanti altri e la luce del mattino inonda la stanza. Lei in estate ama dormire con le cerate aperte, così di
La Stampa, 21 gennaio 2018: “In Italia tra le donne vincono paura e solitudine. Solo il 4% delle vittime denuncia” (l’enfasi su due frasi è mia): “«In Italia i segnali non sono per nulla positivi – racconta Lella Palladino, presidente dell’associazione Dire-Donne in rete contro la violenza, che
Torniamo ora sulle strade femminili di Brescia…di Claudia SpezialiTorniamo ora sulle strade femminili di Brescia…Un discreto spazio è riservato alle donne di spettacolo, a partire dalla notissima attrice Eleonora Duse, musa e per un periodo compagna di vita di Gabriele D’Annunzio – il quale
Non sono un assistente sociale, una psicologa, né tantomeno sono un giudice. Parlo dunque semplicemente come giornalista che si occupa da anni di maternità e di infanzia, parlo come donna e madre. Ma da questo punto di vista non posso che giudicare come un atto ingiusto e violento quello di
È tutto l’intero sistema che deve essere rivoluzionato, dai tempi di vita e lavoro alle retribuzioni, dai contratti alle tutele, dalla cultura alle prassi, dalla mentalità all’organizzazione aziendale, perché le discriminazioni di genere siano superate, restino solo un vago ricordo di un tempo che
Ieri Antonella Rigon (grazie) mi ha segnalato questa notizia riportata dall’Ansa e dal Giornale di Vicenza: “Il gip: ‘La sculacciata in ufficio non è reato’. L’inchiesta aperta dopo la denuncia di un’impiegata – Un impiegato vicentino di 38 anni si è visto archiviare l’indagine che la procura aveva
17
Gen
2018
(“First Job”, di Elizabeth Acevedo – in immagine – poeta contemporanea statunitense, trad. Maria G. Di Rienzo. Elizabeth ha vinto il National Poetry Slam ed è autrice di due raccolte di poesie. Il suo ultimo libro, “Poet X”, uscirà nel giugno 2018.) PRIMO LAVORO Mi sveglio con il pane. Con occhi
Thailandia mon amour (seconda parte) . Itinerari di viaggio di Patrizia Rautiis continua da http://www.dols.it/2018/01/15/piccoli-itinerari-di-viaggio-thailandia-1/.e poi c’è il mercato sull’acqua. È solo da vivere, perché a raccontare è difficile esprimere quella confusione assoluta
(brani tratti da “Work in the EU: women and men at opposite ends”, rapporto dell’European Institute for Gender Equality – EIGE, 2017, trad. Maria G. Di Rienzo. L’EIGE è un istituto di ricerca e centro competenze per l’eguaglianza di genere dell’Unione Europea. Il documento integrale si trova qui
Qui di seguito un articolo interessante,Am I Bad Feminist?di Margaret Atwood,tradotto da Andrea Morgione. Sebbene riguardi una situazione specifica molto lontana da noi, questo articolo si inserisce in un dibattito a cui hanno preso parte anche femministe di rilievo in Italia. Solo una piccola nota
(“Rape victims’ clothing goes on display to show it’s not about what you wear”, di Tanveer Mann per Metro, 10 gennaio 2018, trad. Maria G. Di Rienzo.) Gli abiti indossati dalle vittime di stupro nel momento in cui furono aggredite sono visibili in una mostra di Bruxelles. La mostra, che si tiene
mostra-evento-le-costituentiMostra toponomastico-documentaria Le Costituenti nella memoria –Martedì 30 gennaio (ore 17.30), il I Municipio di Roma, l’Associazione Toponomastica femminile, la Fondazione Nilde Iotti, l’ANPI, l’UDI e la Casa Internazionale delle donne, inaugureranno – nei locali di via della Greca 5 – la
Il movimento delle donne degli anni Settanta disertò la maternità e quindi questa  restò  esclusa dal discorso femminista. Cosa poteva essere più sovversivo che rifiutare la maternità? Se la natura  aveva reso schiave le donne, la cultura le avrebbe libere. Ma con gli anni ed il passare del tempo
«Questa storia inizia quando finisce la guerra. Nella primavera del 1945 non tutti poterono gioire: alcuni bambini, che a stento erano sopravvissuti ai campi di concentramento, si trovavano dispersi per l’Europa, ammalati, fragili e soli». «This story begins when the war ends. In Spring 1945 not
Volentieri segnaliamo il prossimo appuntamento diNOTE DI STORIAin collaborazione con Teatro alla Scalavenerdì 26 gennaio – ore 18.30SIMON BOCCANEGRADai sentimenti e dalle pulsioni personali che ruotano attorno al conflitto politicoal tema quanto mai attuale del corpo delle donne oggetto di
image*Premessa: non farò nome e cognome della persona coinvolta direttamente in questa triste storia perché non è minimamente importante chi sia. Le cose importanti sono il lavoro che fa e le parole dette da lui e dette su di lui, che valgono come ennesimo esempio di un fenomeno noto. E’ per questo
Ricordate, vero, il Deltaplano? Ricordate quell'idea di piazzare un bel centro commerciale a Castelluccio di Norcia, che ha fatto drizzare i capelli a non poche persone? Ricordate le discussioni che riguardavano l'appartenenza del paesaggio (di chi è, la meravigliosa piana, dei soli abitanti o di
Ursula K. Le Guin è morta. E' stata una straordinaria scrittrice, e l'icona delle scrittrici che si dedicano alla narrativa fantastica. Lo fece, disse, senza accorgersene quasi: "Mi ci vollero degli anni per rendermi conto d'aver scelto di lavorare in generi disprezzati e marginali come la
Chiara Raganelli e Nilde Iotti“Non si può partire solo dalla ragione, quando si fa una scelta”diLoretta JunckCapita oggi sempre più spesso di incontrare giovani, e giovani donne in particolare, che esprimono l’esigenza di richiamarsi a modelli, a personaggi che per le scelte operate durante la
La fotografia deve emozionare, deve darti delle sensazioni, altrimenti non serve a nulla.La prima donna fotografa della storia è Julia Margaret Cameron mentre Chiara Samugheo è la prima donna in Italia a diventare fotografa professionista. Chiara, il cui vero cognome è Paparella, è nata a Bari
22
Gen
2018
1.ConsueloSiviglia, come molte altre città, celebra nelle sue intitolazioni stradali lo stretto legame con la religione cristiana: nomi di sante e di santi, di martiri, di religiose/i, epiteti mariani ricorrono spesso e ricordano le radici profonde del culto e della devozione popolare.                    
La notizia si è persa nel rumore quotidiano, classificata come un altro dei soliti rapporti sulle sfighe del nostro paese. Questa volta, però, santo cielo, il dato avrebbe meritato le prime pagine: secondo l’Istat, una donna su due tra i 18 e i 49 anni, in Italia, non ha figli. In totale, 5,5
“La gente era solita ridere di noi, ma perché le donne dovrebbero restare sedute in casa? Ai giorni nostri, le donne pilotano aeroplani: perché a noi dovrebbe essere impedito stare in un gruppo musicale?”, dice Sabita Devi, membro della Sargam Mahila Band (in immagine). Adesso non ridono più
Non sono un’assistente sociale, una psicologa, né tantomeno sono un giudice. Parlo dunque semplicemente come giornalista che si occupa da anni di maternità e di infanzia, parlo come donna e madre. Ma da questo punto di vista non posso che giudicare come un atto ingiusto e violento quello di
Larry Nassar (immagine ABC Nightline), ex medico sportivo per la squadra nazionale statunitense di ginnastica è accusato da 140 donne e ragazze di violenza sessuale, per lo più iniziata quando erano bambine e protratta nel tempo. 105 di esse si stanno presentando in tribunale o hanno rilasciato
"Casapound? Io ne parlerò sempre bene, così come della loro associazione 'La Salamandra'. Questi ragazzi sono venuti qui, dopo il terremoto, e in maniera del tutto spontanea hanno aiutato la comunità, si sono presi cura delle persone in difficoltà, per questo ho apprezzato il loto aiuto"."Le
di Piero Feliciotti Ci stiamo mettendo in cerchio attorno all’aròla, per usare il vocabolario di Giuseppina Pieragostini, e fare festa al suo “Il Vanto e la Gallanza. Il paese dei contadini raccontato nella lingua dell’origine” (Pentàgora) di cui la scrittrice parlerà a Roma sabato 20 gennaio, alle
Ogni tanto succede ed è spassoso. Un ospite invitato dal servizio pubblico che ‘esce dai ranghi‘ e si rifiuta di condurre un siparietto dai confini ben stabiliti che gli è stato assegnato. Lo ha fatto lunedì scorso una mamma decisamente atipica, ospite diDetto Fatto, la trasmissione condotta da
16
Gen
2018
Poche, pochissime, le donne del pianeta che sono arrivate a ottenere questa carica. Difficile riassumere in poche righe le probabili cause di questa mancanza, ma da sempre si è ritenuto giusto e opportuno che uno Stato fosse guidato da un uomo.Le donne sono estranee a questo potere, nonostante
Salve bella gente! Non scrivo su questo sito da tempo immemore, il 2017 è stato un anno particolarmente brutto anche se verso la fine si è un poco ripreso, per alcune cose. Come il fatto che ho trovato un gruppo di donne con cui, finalmente, credo si possibile iniziare a tracciare un percorso
15
Gen
2018
La differenza fra avere un sogno ed essere dei sognatori l’ho capita oggi mentre preparavo l’immagine dedicata al Martin Luther King Day che si celebra ogni terzo lunedì di gennaio.di Carmen RussoPer comporre la mia immagine, che userò nella pagina Facebook come invito a motivarsi e darsi degli