12
Gen
2014
di Caterina Della Torre Un film che ha fatto discutere molto. Forse perché dice la verità e ognuno vorrebbe rimandare la palla nel campo dell’avversario. Ma talvolta non si può ed è necessario prendere di petto i problemi per risolverli. Una storia che viene da lontano, oltreoceano, il libro da cui è... di Caterina Della Torre Un film che ha fatto discutere molto. Forse perché dice la verità e ognuno vorrebbe rimandare la palla nel campo dell’avversario. Ma talvolta non si può ed è necessario prendere di petto i problemi per risolverli. Una storia che viene da lontano, oltreoceano, il libro da cui è stata presa Leggi tutto >>Leggi
imageFino al 16 gennaio 2014, la mostra "Nobel negati alle donne di scienza", la cui prima edizione risale al 2007. L’esposizione è allestita presso la Stazione Zoologica Anton Dohr Ristretto il numero di Premi Nobel assegnati al femminile:  dal 1901, anno della sua istituzione, sono
imageUna traduzione di questo post: Patriarchy’s Magic Trick: How Anything Perceived As Women’s Work Immediately Sheds Its Value Il divario salariale di genere è stata a lungo una questione importante per le femministe, una questione dibattuta costantemente all’ONU e
Quante volte, nell’ultimo decennio, a partire dal 2001, (l’anno fatale per l’Italia, con la ferita di Genova e l’apertura del dibattito sulla globalizzazione) abbiamo scritto, o letto, della necessità di costruire ‘un’altra Europa, laica e dei diritti’? Molte, troppe volte: ma raramente il monito
11
Gen
2014
ENGLISH VERSION Carla LonziProblema femminile significa rapporto tra ogni donna – priva di potere, di storia, di cultura, di ruolo – e ogni uomo – il suo potere, la sua storia, la sua cultura, il suo ruolo assoluto. Leggi Tutto
Traduzione a cura di feminoska di questo articolo di Beatriz Preciado. Produzione e vendita di armi: lavoro. Uccisione di una persona applicando la pena capitale: lavoro. Tortura di un animale in un laboratorio: lavoro. Fare una sega ad un pene con la mano fino a provocare eiaculazione
[Berlino, la polizia che misurava la lunghezza delle gonne, nel ventennio fascista] Da Abbatto i Muri: A Catania, così leggo, “un gruppo interforze, composto da dipendenti provinciali e polizia, deciderà se rimuovere alcune pubblicità presenti sulle strade provinciali e
24 gennaio 2014 17:00 “I Linguaggi” – Festival delle Scienze 2014 – Roma http://www.auditorium.com/eventi/5622632 Lectio Magistralis “I linguaggi della sessualità” di Nicla Vassallo– http://www.niclavassallo.net/ introduce
11 gennaio 2014 16:00 16:00 Libreria delle donne di Milano – Circolo della rosa   Via Pietro Calvi, 29 – 20129 Milano Tel.0270006265Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per
imageSi avvertono i gentili lettori che i contenuti di questo post potrebbero essere velati di amaro sarcasmo. Questa è la notizia, dal sito “Sostenitori delle Forze dell’Ordine“. Da tempo siamo martellati da notizie pseudoscientifiche tipo questa: Senza papà
Tra i 9,7 milioni di britannici che, il 2 gennaio, si sono sintonizzati su Bbc One per seguire il ritorno in tv dopo due anni di assenza di Sherlock Holmes e del dottor Watson, c’erano indubbiamente legioni di fan irriducibili del protagonista Benedict Cumberbatch che non perdono nessuno dei
11
Gen
2014
E’ con un nodo in gola e le lacrime che rigano le guance, che mi metto a scrivere ora, appena tornata da San Lorenzo dove tutti insieme abbiamo dato l’ultimo saluto a un caro amico e a uno splendido uomo: Roberto Rossetti. Lo so che non c’entra niente con le donne e con questo blog, ma Roberto
Da ResistenzaAntisistema: Di stringente attualità è la discussione sulla “questione femminile”, da più parti si cerca di ricondurre le problematiche che l’hanno generata al patriarcato o al sistema capitalista, secondo noi è importante fare una
10
Gen
2014
imagedi Cinzia Ficco da Tipitosti.itMirtha e il sexy shop per i disabiliMirtha Barbetti mi ha scritto una lettera, che vi invito a leggere. Scoprirete una donna tosta, che con grande coraggio ha realizzato un sogno. Nonostante la malattia e i Leggi tutto >>... di Cinzia Ficco da
10 gennaio 2014 17:00 Premio Mariangela Melato di drammaturgia femminile 2013 XIV Edizione a cura di Bianca Turbati Venerdì lO gennaio 2014 ‘ore 17 Sala Squarzina Teatro Argentina – Roma Il ricavo della vendita dei libri sarà devoluto
imagePer chiudere la settimana, condivido lo spot svizzero segnalato qualche giorno fa da Till Neuburg (che ringrazio) per commentare l’articolo L’invasione delle donne imbambolate con la bocca aperta. Credo infatti che lo spot meriti attenzione, non solo in riferimento alla
Ieri pomeriggio, a Borgia,  ha manifestato un fiume di persone contro la costruzione della discarica di Battaglina. Secondo la questura, scrive in un articolo  Maria Rita Galati (come sempre sul pezzo), eravamo in diecimila. Era dal sequestro di Egidio Sestito (1991) che non vedevo, in
Adesso arriva il difficile. Perché Violetta è qua, fra noi, per tre giorni e due spettacoli al giorno al Palalottomatica. E se la lontananza dall’evento facilitava il no corale e perentorio ("noi mamme siamo tutte d’accordo, troppo costoso.. Non va Maria Chiara, non
imagedi Daniela Natale La prima messa in onda me l’ero persa. La seconda, meno di un mese dopo, proprio non me la potevo far scappare. “Drive In – L’origine del male” è il documentario di Luca Martera che Canale 5 ha trasmesso alla fine del 2013, al termine di
imageOggi mi è capitato di leggere una lettera sull’amore di un genitore per i propri figli. L’autore di questa lettera ci spiega che amare i propri figli è piuttosto facile, che persino i genitori che fanno cose orribili ai loro figli probabilmente li
da Abbatto i Muri: Mi è capitato a volte di essere di malumore, perché un branco di cyberbull*, uomini e donne, mi insultavano, sicché vivevo poi la mia vita reale e quando c’era chi mi vuole bene a chiedermi “che ti è successo?” mi rendevo conto di
imagePer farla finita con la prostituzione Fred (gruppo Proudhon, Besançon) - Le Monde Libertaire (Traduzione di Maria Rossi) Contrariamente a ciò che alcune persone sostengono, non si possono collocare sullo stesso piano le prostitute e i loro clienti
Da Abbatto i Muri: Questa non è una semplice intervista. Non è neppure una confessione a luci rosse buona per saldare stereotipi e morbose fantasie. E’ una boccata d’ossigeno, una chiacchierata in libertà tra me e Red Hannah, che non si presta a stigmi di alcun
Notti insonni, ansia da prestazione, pannolini che si accumulano, malumori, sesso neanche a parlarne. La nascita di un figlio è un’esperienza straordinaria, certo, ma anche destabilizzante. Ogni madre lo sa. Lo sanno bene anche i nuovi padri, sostiene Betta Cianchini che li messi al
Da Abbatto i Muri: Sulla bacheca facebook di Angela Azzaro si discute e commenta l’intervista a Pia Covre (che vi invito a leggere per conoscere il suo punto di vista) a proposito di sex working, abolizionismo, atteggiamento culturale e marginalizzazione dei soggetti. Si interviene a
Da Abbatto i Muri: Daniele è il primo uomo, per il 2013, ucciso per cultura del possesso, perché non intendeva esaudire le richieste di un altro uomo che da lui voleva “sesso” o “rapporto stabile” a seconda del media che ne dà notizia. Finché non
Da Abbatto i Muri: Un tempo succedeva che fare sesso era un po’ come giocare alla roulette russa. Lui tirava il colpo in canna e tu forse restavi incinta oppure no. Aprire le cosce per una donna era un dovere coniugale, sempre, e tante furono le donne armate di misture e ricette casalinghe
Rassegna Sguardi S-velati: punti di vista al femminile IV Edizione a cura di Ambra Postiglione ed Annalisa Siciliano Dal 10 gennaio al 23 febbraio 2014 NEL CORSO DELLA CONFERENZA SARA’ DISTRIBUITO IL Programma_Rassegna_Sguardi_S-velati_IV_Edizione Sguardi S-velati è
13 gennaio 2014 16:00 Le cose belle di  Agostino Ferrente e Giovanni Piperno Italia, 2013, durata 87 minuti Anteprima lunedì 13 gennaio alle ore 21:00 Casa del Cinema invito_LE_COSE_BELLE_DOC Largo Marcello Mastroianni 1 Inizia questa nuova edizione de Il
"Ho vinto!". Un nuovo giro nella giostra, lo sguardo ammirato dei compagni di gioco: non importa cosa si conquista, quello che conta è il primo posto. Ogni giornata dei nostri figli è scandita da una piccola vittoria conquistata sul campo di gioco: un assaggio di quella competizione
bettirossa.com Cliccare sull’immagine Lo dico sempre e lo dico da tempo e in maniera ininterrotta: non è importante solo che se ne parli ma che se ne parli bene, in maniera appropriata e facendo corretta informazione, perché da questo dipende un immaginario e una cultura che può cambiare
Per questo, e per molto altro, è per tutte le donne offensivo leggere, come hanno scritto in questi giorni alcuni professionisti dell’informazione che non sanno di cosa parlano, che noi siamo “messe meglio” di altri paesi perché i dati lo dimostrano: affermazioni incoscienti, dato che qui il
10
Gen
2014
Costretto dalla necessità di apportare riforme legislative, perché sollecitato (nonchè condannato) dalla Corte Europea dei diritti umani, il governo italiano si esprime proponendo questa perla: << Il figlio assume il cognome del padre ovvero, in caso di accordo tra
image 20 gennaio 2014 18:00... 20 gennaio 2014 18:00 Leggi tutto... http://www.deltanews.net/genova-segui-le-donne-4718974.html
13 gennaio 2014 17:00 La Scuola Nazionale dell’Amministrazione in collaborazione con Rete Armida e AGDP Il contributo delle donne all’innovazione nel settore pubblico e nel settore privato armida convegno    alla presenza della Vicepresidente
imagedi Paola Ciccioli Donatella Martini Un metro e ottanta di determinazione, Donatella Martini – io la chiamo “donnager” – è una che non cercate di fermarla o di scoraggiarla, tanto è inutile. La presidente di DonneInquota ha deciso che la
  "Maria Stella, scusa se sono diretta! Ma è necessario che tu capisca che il Talento non basta e che questo è particolarmente vero per le ragazze nello studio delle materie STEAM (Science, Technology, Engineering, Math- with Art ), che sono la nostra speranza per il futuro!"
  Chiamatelo smartwork, chiamatelo lavoro agile, fatto sta che i pionieri del telelavoro 2.0 ci sono già. Anche nella pubblica amministrazione. Caterina Ibba, dipendente dell’Agenzia per la casa della Provincia di Torino: "Io lo faccio da dieci anni. Un giorno alla settimana sto
imagedi Caterina Della Torre E’ da tempo che predico che non si po’ parlare sempre di donne tra donne perché si rischia l’autoreferenzialità, soprattutto in un settore prettamente maschile come quello tecnologico. Ma ora che questo  non è più avamposto
Da Intersezioni: “I/Le sex worker si trovano spesso di fronte a preconcetti radicati, per via dei quali se non divulghiamo le nostre storie tragiche e le esperienze umilianti che abbiamo affrontato, corriamo il rischio di non essere credut* da molte persone appartenenti al movimento
Da Abbatto i Muri: Io quella notte c’ero. Come tanti compagni e compagne ero lì. Stavo alla Diaz, o meglio, alla Pascoli, che era la scuola di fronte. Dove c’era il legal team, la stampa e tutto il gruppo di informazione indipendente incluse le radio militanti e indymedia. Quel
Un cambio di vita. Se ci penso un brivido mi corre lungo la schiena. Ho dato le dimissioni dal Corriere della Sera, il posto dei miei sogni, una meta per cui ho lottato tanto, la casa dove ho passato gli ultimi 23 anni della mia vita, dieci da free lance e gli altri con un contratto a tempo.....
imagedi Imma CusmaiPremio Eudonna 2013/2014 Entusiasmo e dinamismo durante l’evento Premio Eudonna 2013/2014, presso la sala Tevere di Regione Lazio. La Presidente del Premio e del Movimento federativo femminile per l'Europa EUDONNA, Giovanna Sorbelli, ha elencato, presentandole alla platea, una
imageAnne-Cécile Mailfert - Portavoce di Osez Le Féminisme (Traduzione di Maria Rossi) In un'intervista al quotidiano di orientamento monarchico ABC, Alberto Ruiz Gallardón, il ministro spagnolo della Giustizia, ha illustrato il suo modo di intendere il progetto di
Da Abbatto i Muri: O dal piedistallo. O dal balcone, a seconda dei casi. Perciò sono restii a farlo. Avevo scritto questo post commentandone un altro. Avevo fatto un errore: in realtà l’autore del pezzo che commentavo aveva parlato di se’ e questa cosa devo dire che me lo
imagedi Maria Rossi Si può  vanificare il diritto d'aborto, ricorrendo a molteplici strategie. Si può ridurre drasticamente il numero dei casi in cui è consentito praticarlo, come in Spagna; si può prevedere la possibilità di sollevare obiezione di
imageDonne si nasce, casalinghe si diventa. Descrizione dell’opera: Titolo: Donne si nasce Casalinghe si diventa Autore:Flower Stylosa Genere:Narrativa Form. (mm.) 200 x 90 Pag. 112 Prezzo: 9.90 ISBN– 978-88-6354-835-8  
Il bando di concorso Grazia Zerman di quest’anno, rivolto a 25-35enni, è interessante perché invita a scrivere di lavoro oltre i luoghi comuni circolanti e consente ora di farlo anche in forma narrativa. PREMIO MARIA GRAZIA ZERMAN Promosso
imagedi Ester Gino (presidente Forum delle donne di Trieste) Elisabetta Amalia Eugenia di Wittelsbach, nata duchessa a Monaco di Baviera il 24 dicembre 1837, come moglie di Francesco Giuseppe fu imperatrice d'Austria, regina apostolica d'Ungheria, regina di Boemia e di Croazia. Nel giardino davanti
image 11 gennaio 2014 09:00... 11 gennaio 2014 09:00 Leggi tutto... http://www.deltanews.net/roma-ipazia-nella-letteratura-e-nel-cinema-4718978.html
#Aidse#Hiv: passato il#primodicembreè il momento di dare la parola a chi ci convive da più di vent’anni, perché questo è un argomento che non si esaurisce in un giorno soltanto. Qui, oggi, c’è Peppe Tulli (nella foto) che ha scelto di raccontare la sua storia mettendoci la faccia con nome e
Riceviamo e volentieri condividiamo. Da 22Resiste: Passa l’anno ma le bombe alla sede di femministe e lesbiche di via del Volsci non si fermano! L’ultimo attacco dinamitardo è dell’altro ieri, mentre la sera del 30 dicembre quando arriviamo in via dei Volsci per la quarta
10
Gen
2014
image“Ora o mai più” è una raccolta di ventuno racconti che dalla A alla Z, percorrono una strada lastricata di emozioni, suggestioni. “Ora o mai più” è un groviglio di speranze, di Leggi tutto >>... “Ora o mai più” è
14 gennaio 2014 17:00 Comunicato stampa   Stamani  (08 gennaio) presso l’Ufficio della Consigliera di Parità si è riunito il Tavolo Tecnico per l’avvio della “Campagna sociale di prevenzione ed intervento dell’ anno 2014
Il 9 gennaio 2014, l’Associazione Orlando ha ricordato, a quasi un anno dalla sua scomparsa, la cara amica Franca Serafini, socia fondatrice e prima presidente dell’Associazione.... Il 9 gennaio 2014, l’Associazione Orlando ha ricordato, a quasi un anno dalla sua scomparsa, la
imagedi Caterina Della TorreLa sede dove si è svolta l'intervista a  Paola Lunghini è in  un immobile di prestigio della vecchia milano. Del resto non poteva essere diversamente. Infatti Paola, milanese, si 0ccupa di real estate da decenni e ad altissimi
Cara Simone, te ne saranno capitate di peggio: ma mi piacerebbe avere la tua penna per raccontare in ogni dettaglio la vicenda della statua “Violata”, che è certamente un simbolo, ma dell’arroganza, del lobbismo miserando, dell’uso della questione femminicidio a
imageChristian Raimo, a fine anno, ha scritto Il femminicidio e il sessismo benevolo, un nuovo articolo sulla violenza di genere. Il testo integrale potete leggerlo su Europa Quotidiano. L'articolo è stato apprezzato e divulgato su alcune bacheche femministe, ma commentato negativamente
image- scritto di Silvana Casellato - Dare  seguito al progetto iniziato il 12 ottobre a Castel Madama, quando abbiamo presentato la nostra associazione, denominata Noi Lilith – gruppo donne di … Continua a leggere →... - scritto di Silvana Casellato - Dare  seguito al
Quando studiavo alle superiori la mia classe si era divisa tra chi parteggiava per Thomas Hobbes e chi invece teneva per John Locke. Per sommi capi diciamo che Locke era il supporter di chi stava a sinistra, contro il determinismo e la concezione ‘homo homini lupus’ del tetro Hobbes, amato invece
imageA proposito del «che fare» con una laurea in Scienze della Comunicazione, ecco l’esperienza di Ilaria: «Cara Prof, mi è venuta voglia di scriverle dopo aver letto la testimonianza di Andrea e la risposta di Dario, perché certe storie vanno raccontate