Chiara Raganelli e Nilde Iotti “Non si può partire solo dalla ragione, quando si fa una scelta” diLoretta Junck Capita oggi sempre più spesso di incontrare giovani, e giovani donne in particolare, che esprimono l’esigenza di richiamarsi a modelli, a personaggi che per le scelte operate durante la propria vita possano rappresentare punti di riferimento: icone affermate ma anche persone comuni, uomini e donne semplici la cui azione però è stata determinante, nel passato, per costruire un mondo migliore. C’è una volontà diffusa (che emerge anche attraverso le opportunità offerte dalla rete) di riportare alla luce testimonianze e storie famigliari, in modo che non se ne perda la memoria e il valore. Leggi tutto
Con lei sono cresciuta, siamo diventate grandi insieme, compagne di banco e di studi, non ricordo momento della mia vita adolescenziale che non abbia condiviso con Silvia.Conosco davvero molto bene Silvia Magnani e potrei dire che è un vulcano di creatività e potrei anche aggiungere che
23
Gen
2018
(“Becoming a Youth Radio Producer in Sumpango, Sacatepequez”, 19 gennaio 2018, Cultural Survival, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo.) Ingrid Aguilar Solloy – in immagine – è una ragazza quattordicenne Maya Kaqchikel che aiuta la mamma nelle faccende giornaliere e si prende cura dei fratelli
1.ConsueloSiviglia, come molte altre città, celebra nelle sue intitolazioni stradali lo stretto legame con la religione cristiana: nomi di sante e di santi, di martiri, di religiose/i, epiteti mariani ricorrono spesso e ricordano le radici profonde del culto e della devozione popolare.                    
Parco archeologico di Sukhotai, una specie di valle dei templi di Agrigento ma immerso in una natura più rigogliosa, dentro la quale ci muoviamo con le bici, anche queste pezzi di archeologia del secolo scorso.Thailandia mon amour ( terza parte) . Itinerari di viaggio di Patrizia
Liliana Segre è stata nominata dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, senatrice a vita, «per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale». Leggete qui la voce a lei dedicata sull’Enciclopedia. Leggi tutto
20
Gen
2018
C’e’ un filo sottile che unisce e lega l’abbraccio sul muretto di Viareggio di Beatrice e Donatella ne “La pazza gioia” alla tenerezza dei gesti di Ella e John protagonisti dell’ultimo film di Paolo Virzì.C’e’ il rinnovarsi di sentimenti, la bellezza dello scambio, del viverli insieme.La volontà
saraceno2 L’invecchiamento delle parentele ha trasformato il rapporto tra generazioni. Separazioni e divorzi hanno modificato i confini delle famiglie. Ne parla Chiara Saracenp a Bari, presentando il suo nuovo libro ”L’equivoco della famiglia”Alla prestigiosa Libreria Laterza, in Bari, si è tenuto il
Non ha ancora trent’anni ma da tempo in lei essenzialità e professionalità si intrecciano in armonia, dando vita a servizi fotografici di grande originalità, perché Paola Meloni ha un notevole occhio, grande cuore e un’ottima capacità di cogliere l’essenziale e trasformarlo in immagini molto
La storia dell’interruzione volontaria di gravidanza in Polonia è lunga e complessa. Proposte di legge e modifiche si sono rincorse per anni, fino al 1993, quando una legge è stata finalmente approvata e si è rivelata – per lo meno sulla carta e nelle aspettative – in linea con la maggior parte
C'è qualcosa che temo, nei rapporti che si intessono dentro e fuori la rete: la perdita della capacità di vedere. Ne facevo cenno nel post di lunedì, a proposito delle donne, ma credo valga in assoluto e al di là della questione di genere. Vedere non significa essere empatici: lo ha spiegato
Ci sono dei libri che ti entrano nell’anima e vi piantano radici, modificando la tua sensibilità. Libri che sanno parlare dritti al cuore di chi legge e lasciano il segno nel sentire, nel capire, nel leggere la realtà.Sono libri che aumentano il livello di umanità dei lettori, che abbracciano
Chi riguarda?Tutti.Perché?Perché nessun avvenimento interessa soltanto quelli che ne sono toccati direttamente.Vale per il post di ieri, vale per quello di oggi, che sicuramente susciterà meno attenzione, anche se è importante, e non poco. Parlo del gasdotto Tap/Snam, il mostro dell'Appennino
Thailandia mon amour . Itinerari di viaggio di Patrizia RautiisI mercati di Bangkok sembrano il cuore attorno a cui tutto si muove: quello notturno dei fiori, assai suggestivo; quello che si svolge lungo la ferrovia, un unico binario attivo in mezzo al quale camminiamo per un bel po’ stretti
Lui era il mio capo. Il più difficile e crudele fra i miei capi. Un giorno, al telefono, mi disse testualmente (difficile dimenticare, anche quando il tempo corre molto avanti): “E fammi conoscere qualcuna di decente che mi succhi l’uccello. Tu no, sei troppo vecchia”. Avevo, allora, 45 anni
di Franca Clemente Femminismo è la parola del 2017, ci ricorda Luisa Muraro nel suo articolo a commento del Piano di NUDM. Per la denuncia delle attrici o per il … Continua a leggere → Leggi Tutto
di Giuseppina Pieragostini Sabato 20 gennaio Giuseppina Pieragostini, in collaborazione con il Centro Studi Marche e la partecipazione dell’Associazione Donne della realtà, presenta a Roma il suo premiato libro “Il Vanto e la Gallanza. Il paese dei contadini raccontato nella lingua dell’origine”
Il brano seguente stava in una mail inviatami il 12 gennaio 2018 alle ore 21.00: Youcanprint life News n. 89 Essere invidiosi ripaga? “Lo so, là fuori è pieno di scrittori autopubblicati che hanno successo. I loro romanzi ti guardano dall’alto in basso dalle vette della classifica e tu, che
“Guardando con occhi che sono consapevoli del genere, le donne tendono a far luce sulle connessioni fra l’oppressione che è la verosimile causa del conflitto (oppressione etnica o nazionale) e un’altra che è trasversale: quella del regime di genere. Il lavoro femminista è incline a rappresentare la
“Che terribile dichiarazione nel Paese di nascita di Simone de Beauvoir” (di cui peraltro ricorre quest’anno il 110° anniversario della nascita): condivido le parole che ha scritto su FacebookSonia Buglione, giornalista della Radio australiana SBS, sulla notizia della lettera di 100 donne
Appuntamento a Roma, sabato 3 febbraio 2018, dalle ore 15,00 alle ore 20,00, presso YWCA, via Cesare Balbo 4, per parlare di intelligenza generativa e corpo generativo, con il prezioso … Continua a leggere → Leggi Tutto
Siamo una rete di associazioni, gruppi e singole che intendono far valere – tra i principi fondativi della nostra civiltà e di una visione ricca della libertà delle donne – … Continua a leggere → Leggi Tutto
di Clara Schiavoni* Camerino, Palazzo Varano, stanza di Elisabetta 12 agosto 1433 Mentre all’esterno del Palazzo si stanno preparando i cavalli, Elisabetta si sveglia: sembra un giorno come tanti altri e la luce del mattino inonda la stanza. Lei in estate ama dormire con le cerate aperte, così di
La Stampa, 21 gennaio 2018: “In Italia tra le donne vincono paura e solitudine. Solo il 4% delle vittime denuncia” (l’enfasi su due frasi è mia): “«In Italia i segnali non sono per nulla positivi – racconta Lella Palladino, presidente dell’associazione Dire-Donne in rete contro la violenza, che
Torniamo ora sulle strade femminili di Brescia…di Claudia SpezialiTorniamo ora sulle strade femminili di Brescia…Un discreto spazio è riservato alle donne di spettacolo, a partire dalla notissima attrice Eleonora Duse, musa e per un periodo compagna di vita di Gabriele D’Annunzio – il quale
Non sono un assistente sociale, una psicologa, né tantomeno sono un giudice. Parlo dunque semplicemente come giornalista che si occupa da anni di maternità e di infanzia, parlo come donna e madre. Ma da questo punto di vista non posso che giudicare come un atto ingiusto e violento quello di
È tutto l’intero sistema che deve essere rivoluzionato, dai tempi di vita e lavoro alle retribuzioni, dai contratti alle tutele, dalla cultura alle prassi, dalla mentalità all’organizzazione aziendale, perché le discriminazioni di genere siano superate, restino solo un vago ricordo di un tempo che
Ieri Antonella Rigon (grazie) mi ha segnalato questa notizia riportata dall’Ansa e dal Giornale di Vicenza: “Il gip: ‘La sculacciata in ufficio non è reato’. L’inchiesta aperta dopo la denuncia di un’impiegata – Un impiegato vicentino di 38 anni si è visto archiviare l’indagine che la procura aveva
17
Gen
2018
(“First Job”, di Elizabeth Acevedo – in immagine – poeta contemporanea statunitense, trad. Maria G. Di Rienzo. Elizabeth ha vinto il National Poetry Slam ed è autrice di due raccolte di poesie. Il suo ultimo libro, “Poet X”, uscirà nel giugno 2018.) PRIMO LAVORO Mi sveglio con il pane. Con occhi
Thailandia mon amour (seconda parte) . Itinerari di viaggio di Patrizia Rautiis continua da http://www.dols.it/2018/01/15/piccoli-itinerari-di-viaggio-thailandia-1/.e poi c’è il mercato sull’acqua. È solo da vivere, perché a raccontare è difficile esprimere quella confusione assoluta
(brani tratti da “Work in the EU: women and men at opposite ends”, rapporto dell’European Institute for Gender Equality – EIGE, 2017, trad. Maria G. Di Rienzo. L’EIGE è un istituto di ricerca e centro competenze per l’eguaglianza di genere dell’Unione Europea. Il documento integrale si trova qui
Qui di seguito un articolo interessante,Am I Bad Feminist?di Margaret Atwood,tradotto da Andrea Morgione. Sebbene riguardi una situazione specifica molto lontana da noi, questo articolo si inserisce in un dibattito a cui hanno preso parte anche femministe di rilievo in Italia. Solo una piccola nota
(“Rape victims’ clothing goes on display to show it’s not about what you wear”, di Tanveer Mann per Metro, 10 gennaio 2018, trad. Maria G. Di Rienzo.) Gli abiti indossati dalle vittime di stupro nel momento in cui furono aggredite sono visibili in una mostra di Bruxelles. La mostra, che si tiene
“Non tutte le istituzioni funzionano come dovrebbero, Magistratura a Polizia Giudiziaria danno risposte non sempre adeguate. L’Avvocatura sta cercando la strada della specializzazione. I medici a volte ritengono che la violenza contro le donne non sia affare loro perché non è una malattia, le
La notizia è che Facebook ci vuole bene, ha a cuore il nostro benessere e ha deciso quindi improvvisamente di dare priorità alle interazioni significative, come quelle tra parenti e amici: loha annunciato Mark Zuckerberg in un post del 12 gennaio scorso sul suo profilo Facebook, spiegando al
Corteggiare e importunare hanno in comune la volontà di entrare nella sfera d’intimità dell’altro, scaturita da un desiderio di natura sessuale. Nel primo caso, si è in grado di gestire un rifiuto, nel secondo non si riesce ad accettarlo, talvolta, neanche a percepirlo, bloccando l’elaborazione
di Camillo Sbarbaro La bambina che va sotto gli alberi non ha che il peso della sua treccia, un fil di canto in gola. Canta sola e salta per la strada; ché non sa che mai bene più grande non avrà di quel po’ d’oro vivo sulle spalle, di quella gioia in gola. A noi […] Leggi Tutto
Non poesia, dunque. Ma un “andare a capo spesso” che nasce come risposta alla domanda che si è sentito porre tante volte: «perché ha lavorato a Milano sempre?». Come abbiamo scritto nel post precedente, questa “ode” (“ode” lo diciamo noi, lui non approverebbe…) è stata pubblicata da Maurizio
Duecentodue, e due. Due segnalazioni, oggi: un importante intervento di Silvia Sorana suLo stato delle cose. E un sito da seguire: una collezione di volti e storie che  Mauro Pennacchietti, con paziente e certosino lavoro, sta collezionando. Dopo il terremoto di ottobre, mentre tutti scappavano
«Davanti alla Legge c'è un guardiano. Da questo guardiano arriva un uomo di campagna e chiede che lo si lasci entrare nella Legge. Ma il guardiano dice che al momento non può concedergli di entrare. L'uomo riflette e poi chiede se allora potrà entrare più tardi. "Può darsi - dice il guardiano -
1.Mariana de PinedaQuesto secondo itinerario sivigliano prende il via da una strada poco distante dal palazzo reale dell’Alcazar, la cui targa, quasi nascosta dal tendone rosso di un esercizio commerciale, ricorda una donna di gran coraggio e forti ideali, Mariana de Pineda, un’eroina politica della storia
La fotografia deve emozionare, deve darti delle sensazioni, altrimenti non serve a nulla.La prima donna fotografa della storia è Julia Margaret Cameron mentre Chiara Samugheo è la prima donna in Italia a diventare fotografa professionista. Chiara, il cui vero cognome è Paparella, è nata a Bari
22
Gen
2018
1.ConsueloSiviglia, come molte altre città, celebra nelle sue intitolazioni stradali lo stretto legame con la religione cristiana: nomi di sante e di santi, di martiri, di religiose/i, epiteti mariani ricorrono spesso e ricordano le radici profonde del culto e della devozione popolare.                    
La notizia si è persa nel rumore quotidiano, classificata come un altro dei soliti rapporti sulle sfighe del nostro paese. Questa volta, però, santo cielo, il dato avrebbe meritato le prime pagine: secondo l’Istat, una donna su due tra i 18 e i 49 anni, in Italia, non ha figli. In totale, 5,5
“La gente era solita ridere di noi, ma perché le donne dovrebbero restare sedute in casa? Ai giorni nostri, le donne pilotano aeroplani: perché a noi dovrebbe essere impedito stare in un gruppo musicale?”, dice Sabita Devi, membro della Sargam Mahila Band (in immagine). Adesso non ridono più
Non sono un’assistente sociale, una psicologa, né tantomeno sono un giudice. Parlo dunque semplicemente come giornalista che si occupa da anni di maternità e di infanzia, parlo come donna e madre. Ma da questo punto di vista non posso che giudicare come un atto ingiusto e violento quello di
Larry Nassar (immagine ABC Nightline), ex medico sportivo per la squadra nazionale statunitense di ginnastica è accusato da 140 donne e ragazze di violenza sessuale, per lo più iniziata quando erano bambine e protratta nel tempo. 105 di esse si stanno presentando in tribunale o hanno rilasciato
"Casapound? Io ne parlerò sempre bene, così come della loro associazione 'La Salamandra'. Questi ragazzi sono venuti qui, dopo il terremoto, e in maniera del tutto spontanea hanno aiutato la comunità, si sono presi cura delle persone in difficoltà, per questo ho apprezzato il loto aiuto"."Le
di Piero Feliciotti Ci stiamo mettendo in cerchio attorno all’aròla, per usare il vocabolario di Giuseppina Pieragostini, e fare festa al suo “Il Vanto e la Gallanza. Il paese dei contadini raccontato nella lingua dell’origine” (Pentàgora) di cui la scrittrice parlerà a Roma sabato 20 gennaio, alle
Ogni tanto succede ed è spassoso. Un ospite invitato dal servizio pubblico che ‘esce dai ranghi‘ e si rifiuta di condurre un siparietto dai confini ben stabiliti che gli è stato assegnato. Lo ha fatto lunedì scorso una mamma decisamente atipica, ospite diDetto Fatto, la trasmissione condotta da
16
Gen
2018
Poche, pochissime, le donne del pianeta che sono arrivate a ottenere questa carica. Difficile riassumere in poche righe le probabili cause di questa mancanza, ma da sempre si è ritenuto giusto e opportuno che uno Stato fosse guidato da un uomo.Le donne sono estranee a questo potere, nonostante
Salve bella gente! Non scrivo su questo sito da tempo immemore, il 2017 è stato un anno particolarmente brutto anche se verso la fine si è un poco ripreso, per alcune cose. Come il fatto che ho trovato un gruppo di donne con cui, finalmente, credo si possibile iniziare a tracciare un percorso
15
Gen
2018
La differenza fra avere un sogno ed essere dei sognatori l’ho capita oggi mentre preparavo l’immagine dedicata al Martin Luther King Day che si celebra ogni terzo lunedì di gennaio.di Carmen RussoPer comporre la mia immagine, che userò nella pagina Facebook come invito a motivarsi e darsi degli
“Leonessa d’Italia, Brescia grande e infelice” scrive Aleardi nel 1857 nei Canti Patrii e “Brescia leonessa d’Italia beverata nel sangue nemico” la definisce vent’anni dopo il ben più noto Carducci nelle Odi barbare.di Claudia SpezialiL’epiteto “leonessa d’Italia” o, più brevemente, “ la
15
Gen
2018
C’è uno sceneggiato in preparazione per Netflix che preferiremmo non vedere. Soprattutto, vorrebbero che la produzione si fermasse 56 fra attiviste contro lo sfruttamento sessuale e sopravvissute al traffico sessuale, che hanno spiegato come lo sceneggiato “Baby” normalizza l’abuso sessuale dei
14
Gen
2018
(brano tratto da: “What We Want for 2018: The Biggest Movement Leaders Envision the Changes Ahead”, di Beverly Bell per “Yes! Magazine”, 5 gennaio 2018, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo. Si tratta di una serie di brevi interviste a attiviste/i di spicco nei movimenti sociali, a cui è stato
Ossidazione : reazioni che ogni giorno si svolgono all’interno del nostro corpo, in quanto la cellula ha un suo metabolismo con continua attività di ossidazione (perdita di elettroni) e riduzione (acquisizione di elettroni) .No, non stiamo parlando di oggetti di argento che si anneriscono oppure
Non segnalo storie, ma un ricordo, e un auspicio sulle parole che ho ascoltato quando ero una ragazza, e che vorrei ascoltare di nuovo. Era il 26 novembre 1980. Il discorso di Sandro Pertini venne trasmesso a reti unificate. Rileggiamole e riascoltiamole, nell'imminenza del cinquantenario del
(tratto da: “These Women Bikers Deliver Breast Milk Door-To-Door”, di Jennifer Chen per Bust Magazine, gennaio 2018, trad. e adattamento Maria G. Di Rienzo.) Due anni fa Julie Bouchet-Horwitz, fondatrice della Banca del Latte di New York, mandò un’e-mail al club di donne motocicliste “Sirene” di
(“Communiqué of the Indigenous Revolutionary Clandestine Committee, General Command of the Zapatista National Liberation Army”, 29 dicembre 2017, trad. Maria G. Di Rienzo.) Alle donne del Messico e del Mondo: Alle donne originarie del Messico e del Mondo: Alle donne dei Consigli di governo
La fatica di una gravidanza, il peso fisico ed emotivo di un parto, la durezza dell’allattamento (tutt’altro che una cosa serena e dolce), l’impegno – enorme – dei primi mesi. Avere un figlio è un’impresa veramente titanica, in un certo senso persino un trauma. Chi lo affronta dovrebbe essere