È tornata a Milano la “Madonna Litta”.

di Flavia Capudi Schenone

Imadonna-littal capolavoro dell’Ermitage di San Pietroburgo, dopo trent’anni, resterà esposto eccezionalmente fino al 10 febbraio 2020. Parte essenziale del grande palinsesto #MilanoLeonardo500, la mostra si propone come momento di ricerca e di divulgazione per esplorare il laboratorio creativo di Leonardo e della sua bottega. Insieme alla “Madonna Litta”, viene infatti presentato un nucleo molto selezionato di opere -circa venti tra dipinti e disegni- provenienti da collezioni pubbliche e private di tutto il mondo, eseguiti da Leonardo e dai suoi allievi più vicini negli ultimi due decenni del Quattrocento, quando il maestro viveva a Milano e lavorava presso la corte di Ludovico il Moro: Giovanni Antonio Boltraffio, Marco d’Oggiono, il Maestro della Pala Sforzesca, Francesco Napoletano.

Leggi tutto