C’e’ bisogno di fermarsi, raccontarsi e, soprattutto, rileggersi nel tempo per capire cio’ di cui abbiamo davvero bisogno. Concedendoci la poesia di autorizzarci a tornare un po’ bambini , consapevoli che siamo “interi ” e completi se proprio a questa parte di noi ci abbandoniamo , di nuovo, ogni tanto. Con le mani in pasta in vasetti di colore, per esempio…si quelli a dita, quelli che usano i bambini! Ed e’ un attimo ritrovare “gioia”. Va provato decisamente, va provato. Facendo qualcosa che non si sperimentava da tempo, concedendoci qualcosa di diverso.

Leggi tutto