Celebrare il 25 novembre quest’anno è più importante che mai.

…ma di brumaio cruento è il fango, la nebbia è perfida: non crescono arbusti a quell’aure, o dan frutti di cenere e tòsco.

BrumaireBrumaio, il secondo mese del calendario della Rivoluzione Francese, corrispondeva circa al periodo compreso tra l’ultima decade di ottobre e la fine di novembre.

E novembre ben può chiamarsi brumaio, nebbioso, piovoso, buio novembre. Col rosso dell’estate di San Martino (gemmea l’aria, sì, ma le stecchite rame di nere trame segnano il sereno, ed è un’estate di morti), col rosso delle foglie morenti anch’essere, decisa anticamera dell’inverno.

Leggi tutto