Il racconto delle esperienze delle donne può esserci utile per impostare il lavoro che oggi occorre mettere in atto, perché non vi siano arretramenti, consapevoli che i diritti conquistati hanno bisogno di cura e di conferme costanti nel tempo.

“Attorno a me c’era una specie di combutta. Volevano difendermi da me stessa. Volevano regalarmi la vergogna, ma per me non era una vergogna, la vergogna erano loro. Io ero fiera di essere lesbica.”

Così parla Edda Billi, una ragazza che con tenacia ha attraversato anni difficili, di grandi cambiamenti, ma sempre con le idee chiare, limpide, con il coraggio della semplicità, coerente, spontanea, con naturalezza ha rivendicato i suoi diritti e il suo spazio.

Leggi tutto