listing detail

RETE DELLE DONNE PER LA RIVOLUZIONE GENTILE

  • 1406.jpg
La Rete nazionale delle donne per la rivoluzione gentile trae origine dall’esperienza della Rete delle donne pugliesi per Nichi Presidente: movimento che da Foggia si è esteso, poi, a Lecce e in tutta la regione Puglia per rivendicare il proprio diritto a scegliere il candidato presidente. Le donne della rete nazionale si sono riconosciute nella loro decisione di contrastare l’arroganza delle gerarchie dei partiti, persuase dalla necessità di ricorrere alle primarie per scegliere il candidato di centrosinistra: "abbiamo aperto una riflessione approfondita su quanto di prezioso proveniva da una pratica politica generosa, partecipativa, attenta e critica con se stessa. Una politica ardita nelle scelte importanti: salvaguardare i beni comuni (acqua, aria, territorio, lavoro), favorire lo sviluppo delle città vitali (città intessute di relazioni, fondate sul rapporto con il proprio ambiente e sulla storia partecipata), puntare sulla energia e la creatività delle donne, rivolgersi alle giovani e ai giovani. Abbiamo avvertito l’entusiasmo di un linguaggio politico nuovo e abbiamo scoperto, da donne, che questo linguaggio ci appartiene, investe la vita vissuta, il quotidiano dei rapporti, il legame forte con i sentimenti. Esprime il rispetto dell’alterità e di ogni differenza".
Qui il Manifesto della Rete: http://www.rivoluzionegentile.it/il-manifesto-della-rete • Il gruppo di discussione su fb: http://www.facebook.com/groups/363578013073/
Rating
0 vote
Favoured:
0