listing detail

ELEONORA DE FONSECA PIMENTEL

  • 943.jpg
Eleonora De Fonseca PImentel nacque a Roma nel 1752.
Grazie allo zio abate ebbe l’opportunità di frequentare i salotti intellettualmente più stimolanti della capitale partenopea. A sedici anni entrò nell’Accademia dei Filaleti, poi nell’Arcadia con lo pseudonimo di Altidora Esperetusa. Con il passare degli anni estese le sue conoscenze alle scienze matematiche, fisiche, naturali, interessandosi in particolare di diritto ed economia. Allo scoppio della rivoluzione francese si schierò dalla parte giacobina, scelta nel 1798 che le costò l’arresto. Con la proclamazione della Repubblica Partenopea fu liberata e le fu affidato l’incarico di dirigere il bisettimanale “Monitore napoletano”, che divenne presto un organo della lotta rovoluzionaria. Schierata sempre dalla parte del popolo, propose al governo della repubblica una gazzetta in lingua vernacola, progetto fallito perchè l’8 giugno del 1799 il ”Monitore”, dopo 35 numeri, fu costretto a cessare le pubblicazioni per il rientro dei Borboni. La Pimentel fu arrestata e condannata a morte: venne giustiziata il 17 agosto 1799.
Rating
0 vote
Favoured:
0