listing detail

Sofie della Vanth

  • 1965.jpg
Sofie della Vant è "stilista, scrittrice, cantautrice, operatrice craniosacrale e referente sulla spiritualità femminile, nasce nel 1964 a Monaco di Baviera, Germania. Sceglie di vivere nella Maremma grossetana dal 2001, fortemente attratta dalla cultura etrusca. Qui gestisce per nove anni un laboratorio sartoriale che utilizza solo tessuti naturali e in contemporanea per cinque anni un’azienda agricola. Dal 2011 vive in Umbria, dove esercita come operatrice craniosacrale e continua a tenere i suoi seminari sulla spiritualità femminile.
La tematica del conflitto fra le donne è parte integrante della sua vita e la spinge a iniziare la sua ricerca per superare le coordinate in cui si svolge. Il percorso di crescita spirituale iniziato nel 1990 in Germania con Ute Schiran e Runa Arun, sciamane di radicale autonomia nel loro approccio femminista e autoctono alla spiritualità, le permette di sviluppare una posizione indipendente e di ampia visione del fenomeno del conflitto. Nei suoi incontri propone alle donne delle linee guida idonee a navigare in modo sereno ed efficace attraverso questo momento di cambiamento epocale per attingere di nuovo al potere intrinseco femminile"-

"Il conflitto fra donne - spoliazione di un tabù sulla traccia del suo dono"
Sinossi:
Il conflitto fra le donne non è un “problemino” che hanno le donne fra loro. È un fenomeno che accompagna la storia della sottomissione e dell’estinzione della cultura al femminile e del distacco dalla fonte originaria della Vita, che caratterizzano il patriarcato. All’interno del suo sistema le donne difficilmente ricoprono con naturalezza posizioni di potere e hanno perso la connessione disinvolta con la loro intelligenza intuitiva. Il conflitto fra le donne è espressione di questa carenza, di questo dolore, di questo disagio profondo e di questa memoria traumatizzante, è un argomento politico riversato sul livello interpersonale.
Per affrontarlo e riconoscergli il potere che esercita dal suo nascondiglio segreto e l’ingombro che costituisce nella vita delle donne, bisogna tirarlo fuori dalla sua posizione di tabù da cui sussurra: “Non esisto”, oppure “Ma questo è del tutto normale!”.
Bisogna estendere lo sguardo, lasciare che compia un giro panoramico che includa i concetti sociali e politici alternativi al patriarcato, per poter percepire la carenza emotiva e spirituale della situazione attuale, vedere che le nostre vite siano determinate da interessi politici e commerciali e accorgersi che una necessità spirituale fondamentale è stata confinata sul solo livello umano: la necessità cioè di essere connessi, fondersi con l’essenza della vita, essere particella minuscola e responsabile di un contesto grande, magico e meraviglioso.
L’analisi profonda del conflitto fra le donne ci offre in dono le proposte e visioni di società incentrate sulla dignità della donna e in sintonia con la Natura, che considerano la Terra un essere rispettabile quanto noi stesse.
Indirizzo
Voc.San Marino 27, , , 05010
Telefono
3395293944
Regione
Umbria
Rating
0 vote
Favoured:
0