Warning: Declaration of FiController::display() should be compatible with Joomla\CMS\MVC\Controller\BaseController::display($cachable = false, $urlparams = Array) in /home/www/retedelledonne.org/components/com_flambinserts/controller.php on line 18

Haifaa Al-Mansour

La Bicicletta Verde

Haifaa Al Mansour, regista di questo film, è la prima regista donna dell'Arabia Saudita e "la bicicletta verde" è il primo lungometraggio completamente girato in Arabia Saudita e il primo, ovviamente, diretto da una donna. Per questo il film (ambientato e girato tutto a Riyadh, scritto e diretto da una donna saudita e interpretato da attrici saudite, come la star televisiva Reem Abdullah, nel ruolo della madre, e l'esordiente Waad Mohammed in quella della undicenne figlia Wadjda) è di per sé un evento straordinario. Il film racconta la vita quotidiana di una madre e della giovane figlia. La prima è alle prese con un autista che le crea moltissimi problemi per portarla alla scuola dove insegna (visto che in Arabia Saudita le donne, anche se dotate di patente, non possono guidare e dipendono per ogni spostamento dagli uomini); inoltre con un marito che per avere il maschio che non arriva pensa di trovarsi una seconda moglie. La ragazzina cerca di conciliare i suoi bisogni di pre-adolescente con le rigide regole imposte dalla società che le impediscono perfino di comprare l'agognata bicicletta: infatti, (anche) le bici sono precluse alle ragazze, perché "strumenti di perdizione" che potrebbero causare la "perdita della verginità". La gioia di vivere della bambina si scontra con la severissima morale imposta dalla società. Tra la scuola e l' amicizia con un coetaneo (anch'essa disdicevole per la sua religione), la bimba insegue l'ingenuo desiderio di comprarsi una bicicletta, del tutto innocente eppure deplorevole, in quanto "non permesso alle le donne dai dettami del Corano". Nel racconto di pura quotidianità emergono le durissime regole imposte alle donne dalla religione musulmana, nella difficile condizione di non eguaglianza e soggezione rispetto agli uomini. Il sogno della biciletta e la sua realizzazione finale rappresentano quel segno di cambiamento che le nuove generazioni agognano contro leggi anacronistiche.

Tipologia di Film: Avventura

Film diretto da: Haifaa Al-Mansour

Anno di uscita nelle sale: 2012

Argomenti Trattati: Donne nel mondo islamico -