VISITA-MAPPATURA
Giulia Maria Crespi una madre politicafemminile Se ne è andata stamattina, dopo una vita di battaglie e di dono, Giulia Maria Crespi. Ci inchiniamo con vero dolore, perdendo Giulia Maria perdiamo una Madre. Non disperdiamo il suo lavoro, raccogliamolo, seminiamolo, curiamolo, trasmettiamolo. A partire dalle ultime sue proposte per 2 azioni precise e concrete:1. La prima è varare una riforma radicale della Pac, la politica agricola europea, e iniettare denaro fresco di donazione a sostegno del lavoro agricolo;2. La seconda è approvare con urgenza la legge sul biologico ferma al Senato.Per tutte le ragioni che trovate > QUI.Buon viaggio là dove si va, cara compagna di battaglie ambientaliste.. e dove forse incontrerai il tuo
L'onta più grave, per tutte le donne: che al potere maschile vada una donna-padre. Una donna che, volendo essere suo padre, è il patriarcato stesso. Nel giorno decisivo per le elezioni presidenziali francesi, pubblichiamo una lettera di Sophia Antoine (delle Femen) a Marine Le Pen che è, in realtà

946 visitatori e nessun utente online

rete

 

clima